Le Cronache Di Playit

I Topic che hanno fatto la storia di questo Forum !
Rispondi

Il futuro di Dazed:

rimanere il prode signore di Confused
7
8%
ritornare Michela84
15
17%
rimanere Dazed ma perdere tutti i suoi quadratini
11
13%
trasformarsi in Ligabue
13
15%
vogliamo anche Altro(specificate)
12
14%
passare alla storia come "Ivo il breve"
28
33%
 
Voti totali: 86

Yuppidù
Senior
Senior
Messaggi: 2970
Iscritto il: 25/08/2006, 18:18
Località: ch
3
92
Contatta:

Le Cronache Di Playit

Messaggio da Yuppidù » 05/12/2006, 14:08

Le Cronache di Playit
Un manipolo di prodi contro l’Oscuro Signore dell’IPB Warning

1. Capitolo introduttivo

Ad est del regno di Entropia, tra il Golfo di Pratteln e le Lande di Palestrina, si estende la Terra di Playit. Tra i molti popoli che la abitano, non regna grande armonia, e frequenti sono le guerre tra clan.

A nord, annidato tra i picchi dei Monti Oscuri, vive il popolo dei Nani, suddiviso in due fazioni, in lotta tra loro dopo la misteriosa scomparsa del Governatore Supremo, Sgt Pepper.
Gli Onest, comandati dal collerico Teo, devoti al Supremo Guidorossi a cui ogni luna piena sacrificano una vergine, e i Nani gobbuti, i ribelli in nome del dio Mogg, le cui schiere sono condotte in battaglia dal temibile Francilive.

I Gobb sono alleati con il popolo dei Depreck, esseri dall’aspetto raccapricciante, ma nobili d’animo: dediti al furto, alla truffa ed al gioco delle 3 carte. Il loro capo è Manuginobili, che ha avuto in sposa la Principessa Gialla, figlia di Francilive.

Ad ovest, nelle pianure di Offaneng e sui Monti Trents, vivono gli umani. Anche loro sono divisi. Il popolo delle pianure è governato da una stirpe di nobili guerrieri, i Cavalieri del Cus, condotti in battaglia dal prode Alicon, ma governati in pace dalla principessa Davidvanterpool e dal fratellastro, il principe Sine, le cui origini sono avvolte nel mistero.

I barbari delle montagne sono invece debosciati e bevitori incalliti, ma pugnaci in battaglia, a immagine del loro leader, Sir Dazed, signore di Confused.

Ad est vivono gli Elfi illuminati. Maghi, studiosi, religiosi. Non sono organizzati verticisticamente, ma per le decisioni politiche, si appellano ai Tre Saggi: Koufax, mago della sapienza, depositario del Sacro libro; Spree, sacerdote della magia, signore dei fulmini; e Ciombe, lo Sciamano dalle Mille Virtù.

A sud infuria una guerra millenaria, tra gli elfi grigi, capitanati dai principi Wolfgang e Onthebizz; ed i brawl, esseri per metà umani e per metà tigri dai denti a sciabola (solo che non si vede perché la metà interessata è quella posteriore). Alla loro guida due fratelli: il possente Da e il fanatico Lino.

I Fragili equilibri delle Terre di Playit stanno però per essere stravolti da due eventi.

A sud, un nuovo popolo si appresta ad insediarsi nelle terre contese da brawl ed elfi grigi. I Niubbi, esseri nomadi e pacifici, guidati dall’energico Shaqattack dallo sciamano Tzara, e dal Druido Onniscente Whiterabbitt, sono in missione per conto di Lauro al fine di predicare il suo Verbo.

Ma su tutti, nani, elfi ed umani, grava un tremendo pericolo. Il malvagio Tidus ha evocato il Signore del male, un demone alato il cui solo nome incute terrore: IPB Warning.

Tra breve inizierà a fare strage nella Foresta dei Topic, per compiere l’estremo rito, entrare in possesso di 3 oggetti magici: la scure Trashtalker, il Sacro Libro, e un manufatto misterioso, il cui nome è gelosamente nascosto dal Signore di Playit.

Unitamente ad un ignaro (e per ora ignoto) giullare della Corte di Trents, Serviranno a Tidus per compiere l’estremo rito e spalancare le Porte del Male, che inghiottirà Playit facendola scomparire per sempre.

(segue)

Le Cronache di Playit

2. La quest e l'amore

Una giornata piovosa e plumbea nelle terre di Offaneng. Il principe Sine se ne sta davanti al focolare immerso nei suoi pensieri, quando fa il suo ingresso il Gran Ciambellano.
“Mio signore un visitatore ti chiede udienza”
“Digli di andare a impiccarsi che oggi ho le palle ribaltate” rispose Sine con la consueta affabilità.
“Veramente, mio signore, è un visitatore importante. Si tratta di Ciombe di Illuminia, lo sciamano pezzente”.
“Eccheppalle! E va bene, fallo entrare. “

“I miei omaggi, principe Sine” disse con un gran vocione Ciombe.
“Falla corta che non è giornata: che cosa ti spinge a venire fin qui a scartavetrarmi i maroni?”
“Ehmm, dunque: il fatto è che Playit corre un immane pericolo. Il Malvagio Tidus ha intenzione di evocare un demone che…”
“E a me che mi frega?” Lo interruppe Sine immergendosi nella lettura della Gazzetta di Playit.

“Si ma, insomma… senti: il fatto è che, secondo Koufax il Magnifico, Tidus vuole impossessarsi della scure magica”.
“La scure Trashtalker?” disse Sine improvvisamente colto da repentino interesse.
“Si, pare sia nascosta tra le montagne, e se il Malvagio Tidus se se impossesserà potrebbe aprire le Porte del Male”.
“Mi frega assai delle Porte del Male! L’ascia è mia! La voglio!”
“Si, ecco… ehmm però Spree ha pensato che pur di impedire a Tidus di impossessarsene, i migliori guerrieri devono essere messi sulle sue tracce.
La quest è stata assegnata a Alemar di Guthrie, ad Assenzio l’Anziano, a Thebigdipper degli elfi, a Francilive dei gobb e ad altri. Ognuno di loro sarà coadiuvato da un potente mago. Io sono qui per aiutarti.“
“Francilive? Mai! Trashtalker non dev’essere sua! Partiamo subito per Trent!”
“Si ma, principe….”
“Niente ma! Non vorrai che Trashtalker cada nella mani di qualche altro guerriero! Soprattutto di quel nano gobbuto e puzzone di Francilive?”
“No ma…”
“Bando alle ciance! Partiamo!”

Intanto, nelle Terre del Sud, gli eserciti degli elfi grigi, e dei brawl si stanno fronteggiando per l’ennesimo scontro.

Proprio mentre le schiere stanno per gettarsi le une contro le altre, una colonna di straccioni fa la sua apparizione nel mezzo dei due eserciti.
Un uomo alto, dal fisico poderoso grida: “Fermi! In nome del Sommo e della Santissima Trrripla, vi ingiungo di deporre le armi!”

Nelle fila dei due eserciti il dubbio serpenteggia. I paladini delle due parti si avvicinano agli straccioni.
Da, Lino, Mikele e Theprofessor da una parte, e Wolfgang, Onthebizz e Andrea llb dall’altra si avvicinano al gigante.

“Io sono Shaqattack, dei Niubbi, sacerdote di Lauro. La guerra non è la soluzione. Perché questo spreco di vite umane? Perché versare il sangue di uomini di siffatta fibra?”
A queste parole Mikele venne preso da un impeto irrefrenabile “Fibra? Chi ha detto fibra? Dove? Dov’è? Devo postarla subito!”
“Che cos’è la fibra? Cosa significa postare?” Chiese Brawlino.
“Non lo so, ma lo devo fare! Lo devo fare subito! Dov’è ‘sta fibra?”
“Eccola! E’ mia! E’ l’amore della mia vita!” esclamò Theprofessor, indicando fra le fila dei Niubbi.

(segue)

Le Cronache di Playit

3. La fibra, il segreto di Dazed, e il tradimento di Dino N.

Dal gruppo degli sporchi e cenciosi Niubbi si fece largo una visione. Una donna bellissima, semisvestita, prosperosa, lunghe gambe, si diresse verso Theprofessor.
“Tutt’a un tratto ho capito cosa vuol dire ‘fibra’” disse Mikele incantato.
“E io comicio ad avere una mezza idea sul significato di ‘postare’” aggiunse sogghignano Andrea Ilb, mentre si passava libidinosamente la lingua sulle labbra.
“Questa è sora Laaprof –intervenne Tzara- l’abbiamo raccolta tempo fa. Parla una lingua incomprensibile. L’unica cosa che abbiamo capito è il suo nome”.
“Lei è mia!” gridò Theprofessor.
“Sticazzi! –intervenne Wolfgang Questa è una donna degna solo di un nobile. E qui non c’è nobile piu’ nobile di me!”
In breve attorno a Laaprof si creò un capannello di guerrieri infoiati, pronti a
scannarsi per poterla postare.
“Urge un torneo tra i migliori cavalieri¨ dichiarò il piu’ saggio fra i brawl, Mat-Bel-Ami dall’arpa magica.

Intanto, a Offaneng, un terribile tradimento era stato consumato.
“La principessa Davidvanterpool è scomparsa!” Fax7 lo disse così, semplicemente.
Alicon ne fu molto colpito. “Com’è possibile? Ancora ieri sera aveva dato un warning a sir Sloan perché aveva detto ‘perdindirindina’…”
“Nelle sue stanze non c’è. Ed è sparito anche il Gran Ciambellano!”
“Dino N, l’erudito, il piu’ saggio fra i cavalieri? Com’è possibile? Come faremo senza di lui?”
“Adesso che ci penso ieri si comportava stranamente –aggiunse Fax7- aveva gli occhi sbarrati e continuava a ripetere due volte le frasi. Alla fine mi ha detto “C’e’ qualcosa che non va. C’è qualcosa che non va. Edit: ipb” e poi se ne è andato”.
“Dobbiamo chiedere consiglio a un erudito” disse Alicon. Non resta che l’allievo di Dino N. Al laboratorio!”

Messo al corrente dei fatti, l’allievo erudito, cav. Poz De Scienz sentenziò: “C’è una sola spiegazione: la Vergine è stata rapita da Dino N., il quale è preda di qualche sortilegio. ”
“Ma chi può aver fatto una cosa del genere?” chiese Alicon.
“Chi sono i nemici per antonomasia della principessa? –rispose Poz De Scienz- gli Spammer!”
Un possente coro rintronò allora nel Laboratorio: “Alle armi! Morte agli Spammer!”

“Siamo in vista del castello di Trent.” Esclamò Ciombe che cavalcava a fianco del principe Sine.
“Era l’ora! E’ quasi il tramonto. A breve Trashtalker sarà mia!” disse Sine.
“Ecco, mio principe, a questo proposito…”
“Taci! Mi annoi con le tue informazioni petulanti e non richieste!”

Arrivati al castello chiesero udienza al sovrano di Trent, sir Dazed, signore di Confused, gran bevitore, combattente valoroso, ma che nascondeva un imbarazzante segreto.
Mentre Ciombe e Sine venivano fatti accomodare nell’atrio del castello, come ogni fine giornata, al momento in cui il sole scendeva dietro i monti di Trent, Dazed iniziava ad infilarsi calze a rete e tacchi a spillo.
Quando principe e sciamano furono ammessi nei suoi appartamenti, si trovarono di fronte ad una specie di Drag Queen, e furono accolti da queste parole:
“Ciao bell’omi! Mi presento: sono Michela’84”.

(continua)

Le Cronache di Plaiyt

4. Bastynyi, la guerra e i Signori delle Capre.

“Ammazza che cozza!” disse immediatamente Sine.
“Maleducato” rispose Michela84 avvicinandosi ammiccante e aggiungendo “e pensare che saresti così un bel giovine” mentre allungava una mano ad accarezzare il petto del principe.
“Giu’ le mani!” gridò schifato Sine afferrando immantinente la spada “pongo subito fine alle tue sofferenze!”
E mentre Ciombe gridava “Fermo!” qualcosa di piccolo e svelto si frappose fra lui e Michela84.
“Non la toccare! Dovrai passare sul mio cadavere! Affermò il piccolo e buffo essere.
“Presto fatto” rispose il principe.
“Fermati Sine -intervenne il saggio Ciombe- Michela 84 e Dazed sono la stessa persona. Il signore di Confused è vittima di un sortilegio. Al tramonto si trasforma in quella cosa li’. Non puoi ucciderlo!”
“E comunque prima dovresti fare i conti con me” aggiunse il mostriciattolo, estraendo con fare minaccioso qualcosa da una tasca.
Sine scoppiò a ridere. “Vorresti uccidermi con un pennarello?”
“Com’è vero che mi chiamo Bastyniy, giullare e scriba di Trent! Lo giuro sul mio amore per Michela84”!

Intanto l’armata dei Cavalieri del Cus si dirigeva al galoppo verso United, la capitale degli Spammers.
Giunti in vista del fiume Jackdaniels che fungeva da confine tra le terre di Offaneng e quelle di United, i cavalieri trovarono però un inaspettato intoppo.
Il ponte sul fiume era distrutto.
“Che è successo al ponte?” sbottò Alicon rivolto ad un villico che passava di li’ con un piccone in spalla.
“Mi chiamo Bonner. Il ponte l’ho distrutto. Odio i ponti. I ponti sono il male! I ponti mi stanno proprio sul cazzo!”

Nel frattempo, nei meandri della Foresta dei Topic, le forze del male iniziavano a radunarsi.
Il malvagio Tidus aveva chiamato a sé il clan dei Wrestler, omoni nerboruti, avvezzi ai frequenti scontri fisici (anche se i trovatori di Playit narrano leggende secondo le quali le lotte fra wrester non siano altro che meri rituali coreografici).
Trattative erano in corso per un alleanza con i Gobb, che però pretendevano in cambio la sottomissione dei Wresteler al dio Mogg, la restituzione di due piccoli scudi loro sottratti in una recente guerra con gli Onest e finiti nelle mani di Tidus, e metà del cartellino di un certo Bojinov.
Inoltre Tidus aveva allacciato trattative con gli spammers, cui aveva mandato rinforzi in vista della guerra con Offaneg. Alla loro guida, Thebbrother, un mostruoso essere a due teste, denominate Blues e Small.
Infine Tidus, in attesa che IPB Warning raccogliesse le sue forze, aveva intenzione di svegliare dal loro sonno millenario i Signori delle Capre.
Thegoat e la sua compagna, la capressa: potenti stregoni per metà umani e per metà ovini, erano stati sprofondati in un sonno che si credeva eterno da Koufax e Spree di illuminia, dopo una dura lotta a colpi di sortilegi.

Verso la Foresta dei Topic Dino N. cavalcava al galoppo portando la vergine Davidvanterpool riversa sul cavallo.

(continua)

Le Cronache di Playit

5. Il vero nome di Andrea Ilb, la strage degli spammers, e Colui Che Non Voleva Essere Citato.

Davanti agli allibiti brawl e niubbi, Manuginobili si volse verso Andrea Ilb.
“Sia reso grazie al nostro infido infiltrato, alla valorosa spia, che con i suoi minuziosi rapporti ci ha permesso questa grande vittoria. Abbiamo dovuto attendere a lungo per riprenderci la nostra terra, dalla quale gli elfi grigi ci avevano costretti a fugg… ehmm a emigrare. Andrea, ora potrai finalmente riappropriarti del tuo vero nome, degno di un vero eroe depreck: Andrea Ilb(astardo)”.

Sulla strada tra Offaneng e la Foresta dei Topic, Dino N cavalcava furiosamente con la sua prigioniera.

Tidus stava terminando il rito per evocare Thegoat e la sua compagna. Lo stregone fu il primo a risvegliarsi con un gran sbadiglio. La prima cosa che vide fu il viso di Tidus chinato su di lui, deturpato da un’orrenda smorfia per il tremendo olezzo tipo formaggio caprino andato a male emanato dall’alito dell’abbietto mago.
“Thegoat, senza offesa –disse Tidus- ma quando Koufax e Spree ti hanno addormentato qualcosa doveve essere morto nella tua bocca… ed è ancora li’!”
“Spree e Koufax –tuono’ la voce dello stregone- maledetti! E’ giunta l’ora della vendetta!”
In quel mentre, anche la Capressa dava segni di risveglio.

Nello stesso istante, ad Illuminia, Koufax si rivolgeva a Gonz0, le cui gambe sembravano prese da vita propria. “Che hai, apprendista-stregone-dalla-folta-chioma?”
“Non so quale maleficio mi colga, maestro: improvvisamente sento l’irresistibile impulso di scatenarmi in una danza rituale!”

A Trent era orma mattino inoltrato. Dazed aveva riassunto la personalità consona ad un fiero barbaro delle montagne, ed in cambio del suo aiuto per ritrovare Trashtalker, aveva convinto il principe Sine ed il riluttante Ciombe ad aiutarlo a por fine al maleficio di cui era vittima, uccidendo il Druido che lo aveva lanciato: Chinaski, Signore degli Ubriaconi e Visconte dei Puttanieri, col quale aveva avuto a che dire perché gli aveva finito la grappa.
All’uopo, Dazed aveva riunito una task force dei suoi migliori guerrieri, che iniziò a presentare ai nuovi amici.
“Quello è Tremendous mac Trentin, il Macinatore di Avversari, è di origine irlandese, ma ormai lo abbiamo adottato, anche perché possiede il segreto di una bevanda magica che vi farò assaporare presto, il singlemalt.
Quell’altro è Frog, l’Uomo-Rana: scoprirete le sue virtù cammin facendo.
Poi c’è Bastynyi…”
“Che c’entra Bastynyi? –lo interruppe Sine- di che aiuto ci puo’ essere quel piccolo rompipalle? Al massimo può scrivere l’epitaffio di Francilive con quel suo ridicolo pennarello!”
“Non ti alterare, principe Sine –intervenne lo Sciamano dalle mille virtù-
e non sottovalutare il piccolo essere: nasconde talenti che potrebbero esserci molto utili!”
“Vabbé, rioprese Dazed, e poi c’è… c’è… dov’è finito?”
“Non osare pronunciare il mio nome!” Gridò il valente Joesox, famoso per la sua mazza roteante. “Lo sai che odio essere citato!”

A United, intanto. Infuriava ormai la battaglia.
Gli spammers non erano dei grandi guerrieri. Erano validi nell’uso dell’arco, ma per lo piu’ si limitavano a lanciare frecciatine.
Il loro stesso capo, Pinno, nel pieno dello scontro, non faceva altro che agitare un asciugamano facendolo volteggiare in aria, gridando ":forza:" con un sorriso ebete dipinto sul volto.
Visto che Thebbrother non era giunto in tempo per la battaglia, le forze del Cus ebbero quindi vita facile e compirono un vero e proprio massacro.
Solo Pinno, Vikings11 e Whatarush riuscirono a fuggire.
Al termine della pugna, Alicon si accorse però di un cavaliere riverso a terra. Era il taciturno Jason, prode fra i prodi.
“Respira ancora, ma è stato colpito a morte” sentenziò Il Poz De Scienz. “Sembra che stia tentando di dire qualcosa”.
Alicon avvicinò allora l’orecchio alla bocca del compagno.
“Qu…”, iniziò a dire Jason. “Quo…” ritentò disperatamente. Poi, con l’ultimo fiato rimastogli: “Quot…”. E spirò.

(continua)

Le Cronache di Playit

6. La fata, la bestia, e l'animale

A Illuminia, Gonz0 era ormai scatenato in un perenne rock’n’roll, mentre Koufax e Spree avevano scoperto i piani di Tidus, ed erano partiti, per chiamare alle armi i popoli per bene di Playit.

I superstiti di elfi grigi e spammers, si erano incontrati con Thebbrother, e avevano preso la via della Foresta dei Topic.

Mentre Dino N continuava a spronare il suo destriero, per portare la principessa alla foresta, Tidus stava discutendo con Thegoat.
“Ho risvegliato il demone dei demoni, IPB Warning. Ma mi sembra svogliato, deboluccio. Non so che abbia.”
“ 4 son le cose che servono per renderlo invincibile: la magisca scure Trashtalker, Il libro dei libri, che Koufax mi ha ignobilmente sottratto, uno scriba di Trent, e la Sacra reliquia” rispose Thegoat.
“E che è ‘sta sacra reliquia?” Chiese Tidus.
“Adesso non ho voglia di risponderti. Ma almeno, le 3 vergini per il sacrificio, le hai procurate?”
“Non ancora –rispose sogghignando Tidus- ma una è in arrivo”:

Dopo la battaglia vinta contro gli Elfi, Manuginobili si rivolse a Da Brawl “Noi Depreck ci siamo ripresi la terra che era nostra. Contro di voi non abbiamo nulla”.
“Si però io non ho ancora capito cosa vuol dire ‘postare’” lo interruppe Brawlino.
Prese allora la parola il piccolo coniglio bianco. “Postare significa…”

Circa, mezz’ora dopo, quando Brawl, Niubbi, Nani e Depreck si furono svegliati, Whiterabbitt sembrava aver appena finito di parlare, e li guardava con aria soddisfatta, tipo “ehi mamma ho preso 10 e ho anche messo in ordine la cameretta”.
“Questo coniglio è Whiterabbitt –disse allora Shaqattack sbadigliando- lui conosce ogni cosa, solo che a causa di un sortilegio, è leggermente prolisso. Ogni volta che apre bocca tutti si addormentano. Fate domande solo se avete sonno.
Già che ci siamo –continuò il Sacerdote di Lauro- vi presento anche alcuni degli altri.
Quello li’ è il Principe di Punk, figlio di Punkish e sposo di Punkabbestia.”
“Che ha fatto ai capelli?” chiese Da Brawl.
Whiterabbitt fece per rispondere, ma Shaqattack lo anticipò. “Dicono sia caduto dalla stable da piccolo. Da allora li ha così.
Comunque: quello è Robyus, poi c’è Mike, quell’altro è Libraun Geims, signore di Cliveland. A suo fianco, il piu’ devoto fra i suoi sudditi, Cavsfan.”
“E quello là in fondo con quell’arcano marchingegno sulle spalle?” chiese Manuginobili indicando un ometto che portava uno strano oggetto in metallo.
“Quello è Yuppidù, l’Helvetico. Nemmeno lui sa a che serve quell’affare, ma se lo trascina dietro da sempre.
“Quell’affare serve a…” iniziò Whiterabbitt, ma fu prontamente zittito dallo stiletto di Andrea Ilb alla gola. “Basta dormire: è ora di tornare alle nostre case”!

Intanto, Dazed, Ciombe, Sine e tutti gli altri erano in cammino verso il dungeon di Chinaski. Ad un tratto si imbatterono in due esseri minuscoli.
“Sembrano due gnomi” disse Ciombe”.
Il piccolo essere di sesso femminile prese allora la parola.
“Ossequi a voi, o nobili viandanti che errate per le nostre terre. Nella mia graziosa persona conoscete Ka-lime-rah, fata dei boschi, regina del piccolo popolo di Trent, i trentini, Signora di Abecedariolandia. La nostra città è popolata da eruditi, letterati, scrittori, umanisti. Tutti, come la nostra Sacra Grammatica prescrive, siam avvezzi al parlar forbito e rigorosamente ligi alle regole dell’aulico linguaggio.”
“E specialmente me –intervenne il suo compagno- benvnuti stragneri, io sono Lilpol, posiamo aiuarvi in cualcosa?”

(continua)

Le Cronache di Playit

7. I tormenti della giovane Davidvanterpool

Dopo breve trattativa, la compagnia alla caccia di Chinaski, si arricchì di due nuovi membri. Ciombe sostenne infatti che un’altra maga avrebbe fatto comodo, non tanto per i poteri di Chinaski, quanto per affrontare i due orchi a guardia del suo dungeon. Belve assetate di sangue e rapitrici di donzelle i cui nomi erano tristemente noti in tutta Playit: Quaingo e Diavolino.

Ad United, i cavalieri di Offaneng erano stati raggiunti da Spree di Illuminia, accompagnato dalla sua guardia, formata da due epici guerrieri: Don Milingo e Sancho Panza.
“Non che la cosa mi intristisca particolarmente –disse Spree ad Alicon e Poz de Scienz- ma avete appena compiuto una strage degli innocenti. Gli spammers non erano responsabili del rapimento di Davidvanterpool.”
“Ma gli spammers la odiavano” ribatté Poz de scienz.
“Si ma la vergine è stata rapita da Dino N., contagiato dal morbo IPB per volere del malvagio Tidus. Tidus abbisogna di 4 vergini e di alcuni manufatti per compiere l’estremo rito. Dobbiamo inseguire il treditore!”

Era però ormai troppo tardi. Dino N era appena giunto alla Foresta dei Topic.
“Ce ne hai messo di tempo!” lo rimbrottò Tidus “3 capitoli solo per arrivare fin qui!”
“E’ che il cavallo non ce la faceva: l’avatar della principessa pesa un casino! E’ che il cavallo non ce la faceva: l’avatar della principessa pesa un casino! Edit: IPB” rispose Dino N.
“Vabbé. In attesa di recuperare i manufatti di lei che ne facciamo?” chiese Tidus a Thegoat
“Che ne dici di prestarla ai nostri nuovi alleati, cosicché si divertano un po’?”
rispose lo stregone sogghignando.
Pinno, Vikings e Whatarush si fecero allora avanti.

Intanto, Assenzio l’anziano era giunto ad Awards, il luogo ove riposava la magica scure Trashtalker. Era ormai ad un passo dall’agoniato obiettivo, quando si trovò dinnanzi un nano.
Nefastto, figlio di una notte d’amore di Teo, primo fra gli onest, e di una principessa spammer, era il più fiero guerriero tra gli adpeti di Guidorossi. Impugnava la sua arma preferita, un enorme martello magico dall’arcano nome di Nemomeimpunelacessit.
“Non toccare la scure! Trashtalker serve al mio signore e padre, Teo, primo fra gli onest”!
“Ma baffaculo!” fu la concisa ma cristallina risposta di Assenzio, che subito estrasse la spada.

Alla Foresta dei Topic inel frattempo, Dvidvanterpool stava apostrofando gli spammers.
“Non oserete!” Tuonò Davidvanterpool “Il mio promesso sposo, il signore di Playit, ve la farà pagare!”
“Non credo proprio –rispose ridendo Pinno- il tuo Maxgiordan è prigioniero da tempo di Tidus, che l’ha rinchiuso in una torre d’avorio!”
Il colpo fu duro, ma Davidvanterpool non intendeva arrendersi senza combattere. Scagliò contro i 3 spammers una delle sue magie piu’
potenti. “Io vi querelo!”
Il sortilegio fu però bloccato dai 3 che prontamente reagirono recitando in coro un’arcaica litania: ”IPB WARNING [2] load_template(CACHE_PATHskin_cache/cacheid_4/skin_global.php) [function.load-template]: failed to open stream: No such file or directory (Line: 482 of /sources/functions.php)”
La principessa provò allora un altro sortilegio: “10% di warning!”.
Stessa storia: nessun effetto.
“Allora vi banno, maledetti!”.
“Non puoi –intervenne Pinno- Solo Maxgiordan può bannare qualcuno da Playit”.
“Me ne frego!” Rispose Davidvanterpool, tirando fuori una frase che sarebbe entrata nella leggenda:“Io banno da sola!”
Anche quest’ultimo tentativo però fallì miseramente, e nulla poté più fermare gli spammers, che immediatamente iniziarono ad umiliare la principessa e ad infliggerle le peggio torture. Tra l’altro, Davidvanterpool fu costretta ad imparare a memoria Il Libro Sacro degli Spammers, intitolato “No fear, spam is always here”, a scrivere diecimila volte “quoto”, e ad incidere faccine senza ulteriori commenti su tutti I topic della foresta.

A sud, Depreck e Niubbi erano stati raggiunti da Koufax, che li aveva messi al corrente del terribile pericolo che incombeva su Playit.
“Le forze del Bene devono unirsi e far presto -disse Koufax- nuovi alleati ogni giorno si schierano con Tidus. Dobbiamo impedire che faccia nuovi accoliti! So per certo che 3 signori della guerra stanno valutando le sue proposte. Bisogna che un gruppo fra i piu’ nobili di voi mi accompagni da loro per convincerli ad allearsi con il Bene. Formate un manipolo e partiamo immantinente per la dimora del Cavaliere Nero, il rompicaviglie!”

(continua)

Le Cronache di Playit

8. Il duello per Trashtalker

In breve un gruppo di valorosi si formò per accompagnare Koufax.
Tra i Depreck, Maniginobili reclutò ANDREA Ilb, One e un ex gladiatore, devotissimo al dio Mogg, chiamato Hispanico.
I brawl designarono Mikele, Theprofessor, Brawlino e Gian Marco. Particolarmente numeroso il gruppo dei niubbi: Shaqattack, Tzara, Mike, sora Laaprof, Prince of Punk, Yuppidù e il tizio che lo aiutava a trasportare il marchingegno, Svizzero86.
Al gruppo si unì, naturalmente, anche il Coniglio bianco.
“Ma io ti ho ammazzato!” esclamò Andrea Ilb appena lo vide, e la mano corse immediatamente al coltello.
“L’araldo della regina di cuori non muore mai” rispose White Rabbit.
“Pace! Intervenne Koufax. Qualcosa mi dice che White Rabbit potrebbe esserci molto utile. E poi dobbiamo essere uniti, dobbiamo essere pronti a dare la vita gli uni per gli altri, se vogliamo riuscire nella nostra missione.”
“Sì! –esclamò Tzara- ci vorrebbe qualcosa che ci unisca, uno stendardo, una bandiera, un inno di guerra…”
“L’inno di guerra mi pare proprio una bella idea –rispose Koufax, fattosi pensieroso- che ne dite di ‘Riattivate il motore di ricerca’?”
Dopo mezza giornata di strada il gruppo giunse ad un bivio.
“Entrambe le strade portano al castello di Jamallo -disse Koufax- io direi di andare a sinistra”.
Poi, riassettandosi dopo una breve colluttazione con Gian Marco: “ok, allora forse è meglio la strada a destra”.

Lo scontro tra Assenzio e Nefastto per la scure Trashtalker era intanto ancora in atto. Il nano menava dei gran colpi col suo martello da guerra, ma i piu’ venivano schivati dall’Anziano, che rispondeva con infidi fendenti della sua affilata lama.
La tenzone era durata a lungo, ma si risolse in un sol momento. Assenzio tirò un fendente deciso a petto del nano, ma costui, rispose opponendogli un rito magico: “The page cannot be displayed”, esclamò. Assenzio reagì prontamente, rispondendo “Cannot find server”. Ma a questo punto il nano sferrò una tremenda martellata sull’elmo del nemico urlando “The page has expired!”. Assenzio cadde a terra e, fulmineo, Nefastto, si impossessò della scure e saltò in groppa al suo destriero, Temisttocle, dirigendosi al galoppo verso il maniero di Teo.

Nelle terre di Trent, il gruppo di Dazed, Ciombe, Sine e Bastynyi, dopo una sosta a casa Lilpol (dove avevano appreso che anche il popolo degli gnomi aveva dei conti in sospeso con Chinaski, che aveva divorato il loro animale sacro, un gattino chiamato Muggsy) stava raggiungendo il Dungeon dove si nascondeva lo stregone. Poco lontano dal’ingresso della grotta, però, i compagni vennero raggiunti da un messaggero della corte di Dazed.
“Igotgame –lo apostrofò Dazed- quali nuove?”
“Pessime, mio sire. Al castello è giunto un messo di Illuminia, Vicvega, il mago degli elementi. Un tremendo pericolo grava su Playit”.
“E’ quanto sto tentando di dire da un pezzo .-intervenne Ciombe- dobbiamo unire le nostre forze con i cavalieri di Offaneng e con i brawl, ed affrontare Tidus”!
“Non senza Trashtalker!” intervenne Sine.
“Non snza avr uciso Cinaschi!”, disse Lilpol.
“Non coi tacchi a spillo!” decretò Dazed.

Nel frattempo Spree aveva convinto Alicon di Offaneng a cercare alleati per l’ormai prossimo scontro con le forze di Tidus. I cavalieri del cus, e il mago si stavano quindi dirigendo verso le terre del nord, nella speranza di convincere i nani a dar loro man forte.

Nella foresta dei topic, le forze del male si preparavano alla guerra. Tidus aveva scatenato Thebbrother, il mostro a due teste, alla caccia di Koufax, per strappargli il Libro Sacro, che gli serviva per il rito dell’IPB Warning.
Thegoat e Capressa, con i loro servi, tre mostruosi morti viventi chiamati Angyair, Jakala e Jiggazar, riprendevano confindenza con la stregoneria.
Gli spammers tessevano asciugamani.
Wolfgang, disperato e desideroso di vendetta, tentava ogni sorta di rito magico, per resuscitare Onthebizz, e mettersi con lui alla ricerca del traditore Andrea Ilb.
Davidvanterpool, a causa della atroci sevizie, aveva scoperto la Fede. Vagava per la foresta predicando i salmi dei giardini botanici di Sapporo, cantando le lodi di Gim Biaim, ed esclamando “Trrripla!” ad ogni piè sospinto.
Si era laureata!

(continua)

Le Cronache di Playit

9. La resurrezione di Onthebizz

Il sole stava per calare, sulle terre di Trent. Il dungeon di Chinasky era ormai in vista. Davanti all’entrata si scorgevano le raccappriccianti figure di Quaingo e Diavolino, le due guardie del corpo dello stregone.
“Dovremo aspettare domani –disse Dazed- è quasi notte: tra poco mi trasformerò in Michela84”.
“Col caxxo –rispose Sine- Per far fuori quei due lì e quello stregone da due soldi non c’è bisogno di te!” Ed estratta la spada, sordo ai moniti di Ciombe, il principe si avventò su Diavolino, subito seguito da TmacT, Joesox e Igotgame.
Frog intanto caricava la sua balestra e la stava puntando contro Quaingo, mentre Lilpol e Bastynyi estraevano le loro cerbottane dai dardi avvelenati.
Diavolino, che era ciucco come la regina madre prima di andare a letto, cadde senza nemmeno avere il tempo di usare il suo tridente. Quaingo, al contrario, lottò valorosamente, tenendo a tratti testa ai 4 guerrieri e schivando dardi senza apparente fatica.
Un incantesimo congiunto di Ciombe e Ka-li-me-rah lo colse però impreparato, e fu trasformato in un cane. Un danese, per la precisione.

Nel frattempo, Thebbrother, ignaro del fatto che Koufax era partito per le terre del sud, stava giungendo ad Illuminia. Dalla quale era appena partito, danzando sulle punte tipo lago dei cigni, Gonz0, che senza saperlo, mosso da una forza misteriosa, era diretto alla Foresta dei topic.

Colà, ad attenderlo, un ghigno satanico dipinto sul volto, c’era Capressa, autrice dell’incantesimo danzereccio.

Spree, don Milingo e Sancho Panza, unitamente ai cavalieri di Offaneng, erano ormai giunti nelle terre del nord.
“C’è un corpo umano disteso laggiù!” disse Poz de Scienz.
Spree e Alicon si avvicinarono all’uomo. Era un guerriero, anche se di una certa età, che proprio in quell’istante stava riprendendo i sensi.
“Che caxxo e successo? E chi caxxo siete voi? Tutti belli sull’attenti con le belle armatuirine lucide lucide! E dov’è quel figlio d’un cane di Nefastto?”
“Principe Sine –lo interruppre Alicon, tratto in inganno dai toni del ferito- che vi è successo? Quale incantesimo vi ha ridotto così?”
“Ecchistracagaccaxxo è ‘sto fottutissimo principe Sine? Io sono Assenzio l’anziano, unico degno pretendente di Trashtalker, e tu mi hai già stracciato i maroni!”
Chiarito l’equivoco, il gruppo di Spree ed Assenzio, decisero di mettersi in cammino insieme verso il maniero di Teo, capo degli Onest.

Piu’ o meno nello stesso momento, Nefastto aveva consegnato Trashtalker a Teo, che intendeva utilizzarla come merce di scambio con Tidus, per impedire che si alleasse con i suoi accerrimi nemici, i Gobb.
Teo, però, non sapeva che Acnumber, il potente indovino di corte di Francilive, il condottiero dei gobb, grazie ai suoi calcoli cabalistici, aveva scoperto i suoi piani. Francilive, con il fido Ale23, tornato dalle terre del sud, ed un potente esercito, stava quindi per dare l’assedio alla Rocca di Meazz, per riprendersi Trashtalker e farla finita con gli Onest.

Nelle terre del sud, una volta convinto Gian Marco, che non si poteva svoltare sempre a destra, Koufax e i suoi guerrieri erano giunti al castello del Principe Nero.
Costui era uno strano personaggio, con la fissa della clessidra. Per motivi a tutti misteriosi, ogni volta che la sabbia stava per finire, veniva preso dalla smania di tirare una freccia col suo arco magico, chiamato Clutch.
Così quando Koufax gli propose di unirsi a loro contro Tidus, Jamalcrawford rispose: “Attendiamo. Quando la sabbia in questa clessidra starà per finire, scoccherò una freccia contro quel tabellone. Se farò centro, io e i miei guerrieri saremo al vostro fianco”.


Alla foresta dei topic, Wolfgang aveva convinto Thegoat ad aiutarlo a resuscitare Onthebizz, e lo stregone aveva appena terminato il lavoro. L’elfo grigio era ancora esanime, ma respirava, e Wolfgang già pregustava la vendetta.
Intanto, Tidus, era chiamato a svolgere un ingrato lavoro: valutare le centinaia di brutti ceffi e gaglioffi che ogni giorno giungevano per unirsi all’esercito del Male.
La sua attenzione fu attirata da un grosso tipo dall’aria furtiva, che si portava dietro un’enorme mannaia.
“Ehi, tu! –disse Tidus- Vediamo cosa sai fare con quel coltellaccio.”
Fulmineo, l’energumeno scagliò la mannaia in direzione di un topic, cogliendo però proprio tra gli occhi Onthebizz, che si era appena alzato da terra.
Onthebizz cadde all’indietro, precipitando in un burrone, sbatté violentemente sulle durissime pietre che si trovavano in fondo al precipizio, venne morso dal velenosissimo Thesnake, e seppellito da una frana che proprio in quel momento si era staccata dalla cima del monte che sovrastava la Foresta dei topic. Oltretutto, già si sentiva poco bene di suo.
Intanto l’energumeno si presentava a Tidus. “Il mio nome è Ripper. Jack the Ripper”.

(continua)

Le Cronache di Playit

10. L’assedio di Meazz

Thebbrother, giunto ad Illuminia, apprese che Koufax era partito portandosi dietro il Sacro Libro. Per cui, sempre piu’ incazzato, se ne ripartì immantinente. Grande periglio pendeva sulle sorti del Mago della Sapienza.
Poco fuori illuminia, il mostro a due teste incontrò due figuri dal sesso indefinibile.
“Avete visto Koufax, il mago della sapienza?” chiese Thebbrother.
“Non saprei, mi sembra che sia andato a est” rispose uno dei due figuri.
“O forse a sud”, rispose l’altro.
“Ecco, sì forse è andato a sud, oppure a nord” aggiunse il primo.
“Vi volete decidere? Da che parte è andato il maledetto mago?” chiese Thebbrother sempre piu’ incazzato.
“Non ne sono certo, ma credo a sud”, rispose il primo figuro.
“Sì, a sud…mi sembra.” Rispose il secondo.
E Thebbrother: “masietesicuri??”
“Nonlosofaitu” fu la risposta.
L’incazzatura del mostro fu tale che Blues sbranò un figuro, e Small l’altro.
Il che non avrebbe mancato di avere delle conseguenze.

Koufax, insieme ai suoi seguaci, se ne stava al castello di Jamalcrawford, in attesa che una clessidra terminasse la sabbia.
“Mentre aspettiamo, vi allieterò con una delle mie famose barzellette” disse il mago. Prontamente, brawl, depreck e niubbi lo picchiarono a sangue.
La clessidra, intanto stava per terminare la sabbia. Fulmineo, il Principe nero estrasse allora una freccia dalla faretra, la incoccò nell’arco e la scagliò contro il tabellone.
“TRRRipla!” Urlarono in coro i Niubbi. Jamallo aveva fatto centro. Si sarebbe schierato col Bene.

Intanto, all’ingresso del dungeon di Chinaski, una discussione era in corso.
Michela84 pretendeva che per far fuori il mago ubriacone si aspettasse il mattino: “La notte è così romantica –diceva- le armi debbono scintillare alla luce del sole. Il bagliore della luna è fatto per il luccicchio degli sguardi fra innamorati, vero Sine?”
“Tieni giù le mani, brutta ciofeca! –fu la risposta del Principe- Che mi frega del sole? Non so se l’hai notato, vecchia carampana, ma questo è un dungeon. E dimmi: quel è il tratto comune di tutti i dungeon a memoria d’uomo? L’oscurità! Di giorno, e di notte! Perciò andiamo a far fuori ‘sto Chinaski che io non c’ho tempo da perdere.
Stranamente, a sostenere la posizione di Michela84 intervenne però lo sciamano pezzente dalle mille virtù. “Ascoltala, Sine, solo per questa volta –disse Ciombe- devi sapere che…”
“Ma baffanculo anche tu, son giorni che mi scartavetri gli organi riproduttori.” Rispose Sine, e mentre Ciombe ancora parlava, entrò nel dungeon, seguito dai guerrieri di Trent e da Lilpol.

“Ecco il mio partner che arriva –disse Capressa sogghignando- Alla Foresta dei topic, danzando un furioso tip-tap, stava giungendo, un ormai stremato Gonz0, che si era fatto 400 chilometri ballando, rigorosamente da solo, tanghi, mazurke, rock’n’roll e boogie woogie.
“Allora, mio Fredastairedeipoveri, com’è andato il corso intensivo?” Gli chiese Capressa, mentre la gente del villaggio si metteva in maschera (chi da indiano, chi da poliziotto, chi da operaio).
“Ho ancora qualche problema con la lambada, Gingerogers” rispose Gonz0 ansimando. “E poi ho un fastioso doloretto qui allo stern.”

Spree, i cavalieri di Offaneng ed Assenzio, erano in vista della rocca di Meazz, dove gli onest e il loro capo Teo stavano asserragliati con la scure Trashtalker.
Davanti al castello, un enorme esercito di gobb stava cingendo le mura d’assedio. Francilive, condottiero dei gobb, stava arringando i suoi guerrieri.
“In nome di Mogg, e della Triade, tra poco la faremo finita con gli onest! Rprendiamoci Trashtalker! Riprendiamoci i due piccoli scudi infidamente sottrattici! E già che ci siamo, riprendiamoci anche Vieira e Ibrahimovic!”

“Maledizione!” Esclamò Spree “Un’altra guerra intestina. Invece di unire le forze contro Tidus, continuiamo a batterci fra di noi. Vado a parlamentare con Francilive. Magari riesco a convincerlo a lasciar perdere.”
“Non credo proprio –disse Assenzio- quello li’ è un testardo: per lui è tutto bianco o nero”.

(continua)

Le Cronache di Playit

11. La fine di Chinaski e la presa di Meazz

Spree tentò in ogni modo di convincere Francilive a non attaccare il castello di Meazz, ma il nano era irremovibile. Il mago tentò allora di lanciare un sortilegio che lo fermasse. Era una magia che lui solo sapeva utilizzare, il basimento totale.
In pratica Spree iniziò a recitare un’antichissima litania che analizzava minuziosamente l’evoluzione della scrittura cuneiforme tra il Tigri e l’Eufrate nel periodo da Hattusil degli Ittiti e Nabucodonosor degli Assiri, con particolare attenzione alla pronuncia degli intercalari.
Francilive accusò il colpo, ma prontamente Acnumber il cabalista gli passò una dose di creatina, che gli consentì di superare il trauma.
Spree fu rispedito allora dai cavalieri di Offaneng, e Francilive diede l’ordine di assaltare la rocca di Meazz.

Ad est, nella foresta dei Topic, la festa era in pieno svolgimento. La gente del villaggio cantava a squarciagola una strana canzone ripetendo continuamente quattro nomi: “Yuppidù-Mavsmaniac-Cavsfan-Alicon”. Su quelle note, Gonz0 faceva volteggiare Capressa in uno scatenato ballo. I due erano saliti sopra un tavolo, e davanti alla folla inneggiante, evoluivano abbrancati l’uno all’altra. Ad ogni strofa, il Demone Warning acquisiva forza.
Guardandolo ingigantirsi ed irrobustirsi, Thegoat disse a Tidus: “fra breve saremo pronti e potremo dirigerci verso le forze nemiche”:
“Non sarà mai troppo presto –rispose il malvagio Tidus- Che aspettiamo?”
“Non manca molto, ma dovremo attendere che la canzone sia finita. Ci metteremo in marcia solo sulle note di ‘Go West’.
“Ah –rispose deluso Tidus- peccato. A me piace ‘Macho-macho-man’”.

A sud, Depreck, brawl e niubbi, guidati da Koufax e rinforzati dall’esercito del principe nero, dirigevano verso Illuminia. Gli altri signori della guerra, si era saputo, avevano già deciso di allearsi con Tidus, per cui era stato deciso di tornare alla città magica, in attesa di Spree e Ciombe e delle forze da loro radunate, in vista dello scontro finale.

A loro insaputa, però, stavano andando incontro a Thebbroter, in missione per conto di Tidus, al fine di sottrarre a Koufax il Libro della Sapienza.

A Trent era ormai notte fonda. Sine, TmacT, Joesox, Igotgame, Frog, Lilpol e Bastynyi si erano addentrati nel dungeon di Chinaski. Furono immediatamente attaccati dagli scheletri che vi vivevano, che vennero prontamente fatti a pezzi dai prodi guerrieri del Bene.
Chinaski ronfava della grossa, ubriaco perso. Si svegliò di colpo appena i sette guerrieri entrarono nella sua stanza e immediatamente iniziò a scagliare contro di loro delle sfere ovoidali infuocate, i superbowl.
Joesox e Forg, colpiti in pieno, caddero in preda alle fiamme. Sine, TmacT e Igotgame indietreggiarono, ma Chinaski non riusciva a colpire Lilpol e Bastynyi, troppo piccoli ed agili per temere la sua magia.
Lilpol lo colpi’ piu’ volte con la sua cerbottana dai dardi avvelenati, ma Chinaski, abituato al vinaccio di pessima qualità, pareva immune.
A risolvere la situazione fu Bastynyi che, estratto il pennarello, si avventò sullo stregone, e riuscì a scrivere sulla sua fronte il suo vero nome: Factotum.
Chinaski cadde a terra come fulminato.

A Meazz la battaglia infuriava. I Gobb erano superiori di numero. Davanti ai bastioni erano schierati in formazione 4-3-3 e tentavano di scalare le mura per fare irruzione nel castello nel quale erano asseragliati gli Onest. I quali, barricati fra i merli della rocca, si difendevano scagliando su di loro motorini.
Inoltre, gli Onest avevano un’arma segreta. Le frecce scagliate dalle forze di Francilive non avevano alcun effetto. Il mago di corte di Teo, l’infido MarcellusW, aveva infatti messo in atto una strategia di intercettazioni che impediva ai dardi di raggiungere le mura.
Nonostante ciò, alla fine i Gobb ebbero la meglio grazie ad un Prodigio: riuscirono a sfondare il portone principale del maniero utilizzando un ariete magico, un manufatto risalente ai tempi antichi denominato Johncharles.
Allora, Francilive e il suo luogotenente Ale23, alla testa delle loro truppe, fecero irruzione nel castello, facendo strage tra gli onest.
Raggiunto il torrione principale, Francilive, impugnando Zalayeta, la sua magica spada, di trovò davanti MacellusW.
“E’ la tua fine, infido intercettatore, falsificatore di passaporti e organizzatore di festini con puttane!” esclamò il condottiero dei gobb avventandosi su di lui.
“Guidorossi ti punirà, nano dopato e ladro!” rispose MarcellusW, che a sua volta estrasse Zeman, il suo pugnale avvelenato.
Le due magiche armi erano di pari valore, ma Francilive era un combattente migliore. In breve ebbe la meglio sul mago, e Zalayeta bevette copiosamente il sangue di MarcellusW.

“Vittoria! Vittoria! Mogg è con noi!” esclamava Ale23 esibendo i due piccoli scudi ritrovati nelle segrete di Meazz, in un tripudio di stendardi bianconeri. “La zebra vince ancora! La Triade è vendicata!”
“Sì ma -intervenne Francilive- Dove sono Teo e Nefastto? E soprattutto: dov’è la magica scure?”

(continua)
Le Cronache di Playit

12. A Illuminia!

A Trent il solitamente pacioso Ciombe era veramente incazzato come una jena. “Ma porca di quella puttanazza –disse a Sine quando, unitamente ai compagni uscì dal dungeon- A parte che il mio nuovo ipod non funziona, ti avevo detto di aspettare che facesse giorno prima di uccidere Chinaski! Ora Dazed rimarrà Michela ’84 giorno e notte!”
“Cos’è che ha detto lo stracciamaroni?” chiese Sine agli altri “E’ da un po’ che l’ho in Ignore”.
“Dce che Dzed rimise Mcihela48 vita natal duramente” disse Lilpol.
“Cos’è che ha detto l’analfabeta dislessico?” Chiese Sine a Igotgame.
Quando seppe cosa aveva combinato, il principe di Offaneng rimase leggermente perplesso. “Vabbé, ormai è fatta. Vorrà dire che a Trent ci sarà un Dazed and Confused di meno e un trans di piu’. Adesso datemi Trashtalker!”
“Trashtalker non è qui! “ Ribatté Ciombe “se mi avessi ascoltato fin dall’inizio, ti avrei detto che si trovava sui monti, sì, ma quelli del nord, nelle terre dei nani! A quest’ora sarà già nelle mani di Francilive, se non in quelle di Tidus”.
“Succede sempre così ad offendere i maghi” intrevenne TmacT.
“Il tuo nome sta per Ti MACino i Testicoli, vero?” fu la risposta di Sine. “Vabbé, a ‘sto punto non ci resta che convergere verso Illuminia, Francilive sarà diretto là”.
“Ma dobbiamo recuperare Trashtalker! –intervenne di nuovo Ciombe- se se ne impossessa Tidus è la fine di Playit!”
“Ok –rispose Sine- intanto andiamo. Nel frattempo penserò a qualcosa di meglio”.
“Facciamo come dice lui –chiosò Michela’84 facendo l’occhiolino a Sine- i ragazzi castani con un bel razzo hanno sempre ragione!”
A questo punto l’apparente sicurezza del principe di Offaneng si liquefece come un ghiacciolo in un microonde. “Ciombe, ti prego, ti chiedo scusa, farò tutto quelo che vuoi, ma trovami il modo di far sparire ‘sto mostro. Rivoglio il barbaro puzzone. Almeno non ci provava tutto il tempo!”
“Non si può –rispose lo sciamano- l’unico che potrebbe farlo è il Dormiente. Le sue ceneri riposano nell’urna magica ad Illuminia. Dovremmo risvegliarlo, ma solo Koufax conosce il modo.”
“Allora presto, a Illuminia!” disse Sine.
“A Illuminia! Gli fecero eco gli altri.
“A ignomigna!” suggellò Lilpol.

Ad Illuminia stavano convergendo gli eserciti del bene da ogni parte delle terre di Playit. E ad Illuminia era diretta anche l’armata messa insieme da Koufax, ma lungo la strada, un grande pericolo attendeva Manuginobili e gli altri.
Quando si trovavano ormai a metà cammino, lungo un sinuoso sentiero che attraversava il bosco di Fantasport, davanti a loro si parò Thebbrother.
Fulmineo, l’orrido mostro a due teste inviato da Tidus, abbrancò sora Laaprof. “Se vi muovete la sbrano sui due piedi!”
Theprofessor che stava già sguainando la spada, rimase impietrito. Non così il cinico Andrea ILB che estrasse lo stiletto “e sbranala pure, che c’ho voglia di menar le mani!”
“No! Fermo! –intervenne Mikele- prima di sbranarla bisogna postarla!”
Thebbrother, intanto, seguiva il discorso un po’ perplesso. “In ogni caso le viene via con me. E se la volete rivedere viva dovete consegnarmi anche il Libro della Sapienza!”
“Mai! –intervenne Koufax- Io sono il Custode del libro. Non lo avrai!”
“Allora morirete tutti!” tuonò Thebbrother avventandosi su Brawlino. Il giovane principe sulle prime sembrò avere la peggio, ma reagì prontamente lanciando il suo anatema da battaglia, il Rutto Potente.
Thebbrother barcollò, e Koufax ne approfittò per lanciare a sua volta il suo sortilegio preferito: la Freddura Agghiacciante: “L’insalata russa, e il pomodoro non dorme!” gridò il mago.
Il Gelo calò sulla scena della battaglia. Tutti: mostro, brawl, niubbi, depreck rimasero congelati in pose statuesche. Solo Whiterabbit risultò immune. Anzi, sembrò apprezzare la battuta. “Mi sa che noi due andremo d’accordo”. Disse Koufax.

“I gobb ci hanno sconfitti di nuovo” stava dicendo intanto Nefastto a Teo, mentre cavalcavano verso la Foresta dei Topic.
“E’ che in casa non diamo il meglio” rispose il signore degli Onest. “ci rifaremo nel girone di ritorno”.
“Sì , ma intanto si sono ripresi i due piccoli scudi, e sono di nuovo 29!”
“Ma noi abbiamo Trashtalker, che vale di piu’ della Champions League!” rispose Teo.

Intanto, a Meazz, Francilive e Ale23 erano a colloquio con Spree, Assenzio e Alicon.
“I fottuti biscioni se la sono svignata con la scure” diceva Francilive.
“Dobbiamo inseguirli!” aggiungeva Ale23.
“Siete i soliti incapaci, nanucoli zebrati!” rispondeva Assenzio.
“Senti quello che s’è fatto fottere da Nefastto” ribatteva Francilive.
“Solo perché ha giocato sporco!”
“Ah, e poi –disse allora Francilive- ladri saremmo noi!”
A questo punto intervenne Spree. “Ormai è inutile inseguirli: sicuramente sono diretti da Tidus. Dobbiamo unirci agli altri eserciti e prepararci alla battaglia finale. Dobbiamo andare ad illuminia!”

Nel frattempo, alla Foresta dei Topic, le pene della principessa Davidvaterpool non erano finite. Le sevizie subite sembravano averla fatta uscire di senno. Si aggirava per i meandri del bosco lanciando strani url e ripetendo senza tregua:"Chiamatemi! Chiamatemi! Traditori, Chiamatemi!"
Dino N., sentendosi chiamato in causa, la avvicinò. "Ok, se vuoi ti chiamo."
"No, non chiamarmi."
"Va bene".
"Anzi, sì, chiamami!".
"Ma insomma, mia signora, che fai... nicchi?"
E la vergine: "in questa contrada non si può far altro".

(continua)

Le Cronache di Playit

13. Uno strano rito e i prentendenti di Davidvanterpool

Teo e Nefastto erano giunti alla Foresta dei Topic.
“Ecco Trashtalker -disse Teo a Tidus- ora però sta a te rispettare i patti. Dov’è Davidvanterpool?”
“Per la miseria ti attizza proprio eh?” rispose Tidus “Non ti preoccupare, sarà tua finché ne avrò bisogno per i miei scopi”. E rivolgendosi a Ripper ordinò: “porta qui la pazza”!
La principessa venne portata in catene e gettata ai piedi di Teo, che la fissava con aria libidinosa. Ma a quel momento Dino N. ebbe una reazione inaspettata.
“Giù le mani dalla mia signora! Giù le mani dalla mia signora! Edit: ipb” disse estraendo Nakata, la sua famosa spada da samurai. Altrettanto fece Teo con la sua arma, una terrificante mazzola chiodata chiamata Seedorf.

Nel frattempo Spree ed i suoi erano arrivati ad Illumina. Il mago stava amabilmente discutendo con sir Alicon di Offaneng magnificando le doti di una bevanda magica, il Prilone alla crema, quando all’orizzonte comparve una nutrita schiera di guerrieri.
Erano strani esseri dalla pelle viola, con le corazze dorate. Un esercito in piena regola. Dalle sue fila uno degli esseri si staccò per incontrare Spree ed Alicon.
“Il mio nome è Mrclutch, generale supremo dell’esercito leeherziano. Veniamo a darvi man forte contro il demone IPB ed il malvagio Tidus. Ho con me i migliori guerrieri della nostra stirpe” E qui iniziò un’interminabile litania dei nomi dei migliori guerrieri leeherziani: Kobe, kobe 84, Kobe Bryant, KOBE MVP, KOBE ONE, Kobe rules, KOBE&SHAQ, kobe.8, kobe1206, kobe5206, kobe7, KOBE8, Kobe85, Kobe89, Kobebr, KobeBryant, kobebryant24, kobeee, kobefan, kobeinnocent, KobeN.1, Kobeonekenobe, Kobe_Bryant#8, King kobe, e King kobe 90.

Sulla strada per Illuminia, Koufax e Whiterabbitt, dopo che i loro compagni si erano scongelati, avevano ripreso il cammino. Thebbrother era tuttora bloccato in posa statuesca. Infatti, mentre i suoi compagni si allontanavano, il mago aveva rinforzato il proprio precedente sortilegio gridando“Aspettatemi, come disse l’ultimo dei mohicani”. L’unico inconveniente era che Laaprof era rimasta abbrancata al mostro, e di conseguenza anche l’innamoratissimo Theprofessor era rimasto con loro.
Ad un giorno di cammino dal luogo dello scontro, ormai alle porte di Illumina, l’esercito di Koufax aveva incontrato il gruppo proveniente da Trent, guidato da Ciombe.
“Esimio collega, mio Mago della Sapienza, caro Capitan Findus di Illumina –disse subito lo Sciamano pezzente dalle mille virtù- abbiamo un problemino. Ci sarebbe da risvegliare il Dormiente”.
“Non se ne parla proprio” rispose Koufax. “Lo sai che quello li’ non lo sopporto”.
“Ma è una questione importante! Si tratta di ridare a Dazed sembianze piu’ consone al signore di Confused” ribatté Ciombe indicando Michela84.
“No, non m’interessa: quello li’ è insopportabile!”
“Lo devi fare per il bene di Playit!” insistette Ciombe.
“Se vuoi appena risolto il problemino di Dazed, poi te lo rimetto a dormire io” intervenne Andrea ILB che si stava pulendo l’unghia del mignolo con l’inseparabile stiletto.
“Ma non è una cosa semplice” disse allora Koufax. “L’urna è sigillata in una catacomba: per entrarne in possesso è necessario attuare un rituale piuttosto complesso!”
“Eccheccazzo ecchessaràmai –intervenne Sine che non ne poteva piu’ di difendersi dalle profferte della Dragqueen- Che minchia ci vuole, signor Sottutto? Il Vangelo?”
“No –rispose Koufax- ci vuole il cricket”.
“Alora non ce prblema –intervenne Lilpol di Abecedariolandia- una vlta o sbucato una goma, e o oscperto che ce n’ho uno in machina!”

All’interno delle mura di Illumina, Alicon era sempre piu’ depresso.
“Non ce la faccio piu’ ad aspettare” stava dicendo a Pozzdescienz. “La principessa potrebbe correre chissà quali pericoli e noi stiamo qui ad aspettare che gli eserciti si riuniscano!”
“Ammettilo, Alicon: tu te ne sei invaghito, vero?”
“No! Lei è di sangue reale. Il nostro amore non può aver futuro alcuno. Ma voglio salvarla! Conosci un modo veloce per raggiungere la foresta dei Topic?”
“Io no, ma so che qui a Illuminia c’è uno che ha una risposta a tutte le domande, ti ci accompagno”.
Poco dopo i due raggiunsero il portone di un palazzo, vennero fatti accomodare. E dopo alcuni minuti, il personaggio in questione li accolse con uno sbadiglio e queste parole: “Minghia, The Answer Palermitano sugnu. Che camurria è questa? Che cazzarola vulite sapé pe’ arrisbigliarmi a chist’ura?”

(continua)

Le Cronache di Playit

14. Il mistero dei Niubbi

“Attento, Dino N., non metterti tra me e Davidvanterpool, o Seedorf berrà il suo sangue!” esclamò Teo.
“Sta attento tu! Adesso ti ammazzo per la principessa e perché hai la firma troppo alta, parola di moderatore-redattore!”
“Guarda che anch’io sono redattore!” gridò allora Teo sferrando una gran mazzata all’avversario, che però la parò abilmente, sferrando a sua volta un fendente ed esclamando: “Allora inizia a redigere il tuo testamento!”

Giunti ad Illuminia, e dopo aver spiegato a Lilpol la differenza tra il cricket ed il crick, Koufax e Ciombe iniziarono i preparativi per il rito necessario a risvegliare il Dormiente.
Nel frattempo, gli altri, per ingannare l’attesa, decisero di assaggiare la famosa bevanda magica di T-Mac-T.
Il singlemalt fu di grande conforto in particolare al principe Sine, che ne fece largo uso per cercare di dimenticare le continue profferte di Michela84, della quale proprio non riusciva a liberarsi. Dopo 7 doppi whisky, però, nel principe avvenne un clamoroso cambiamento.
“Posso umilmente permettermi di disturbarla, mio illustrissimo maestro?” disse con voce un po’ traballante Sine ad un esterrefatto Ciombe.
“Che ti è preso, Sine? L’IPB si è impossessato di te?”
“Nientaffatto, o mio fulgido esempio di irreprensibile moralità. Oggi sento un’insolita gaiezza fluire in me, e vengo a te per devotamente scusarmi per come in passato ho osato rivolgermi al mio mentore e signore.”
“Senti –rispose un sempre piu’ preoccupato Ciombe- ma non è che tutta questa ‘gaiezza’ ti ha contagiato dopo un’incontro ravvicinato con Michela84?”
“Non capisco cosa intendi, mio signore. L’affascinante Signora Michela è testé andata a coricarsi, al fine di ritemprarsi dalle dure fatiche della giornata. In precedenza ho passato con lei piacevolissimi momenti, amabilmente discutendo di poesia, filosofia e galateo. Per l’appunto mi proponevo di cortesemente rivolgere a lei, mio illustre maestro, la preghiera di consigliarmi un cordiale da offrire alla mia carissima amica al suo risveglio, cosicché la giornata di domani le sia piu’ lieta possibile. Tra l’altro, se posso permettermi, e mi scusi la sfacciattaggine, mi sono reso conto che la signora ha un fisico a dir poco stupendo”.

Ore di combattimento, alla foresta dei topic, non avevano ancora prodotto un vincitore, nella disfida fra Teo, il nano onest, e sir Dino N. di Offaneng. I due, sempre piu’ stanchi, continuavano a prendersi a mazzate, ma nessuno riusciva ad avere la meglio.
Intanto Tidus e Thegoat avevano accolto Thebbrother, che dopo essersi scongelato, aveva fatto ritorno dal suo signore senza il libro della sapienza, ma con sora Laaprof prigioniera.
“Ora abbiamo due fibre a disposizione del demone, contando Capressa, ce ne manca solo una.” Disse il malvagio Tidus.
“E grazie alla danza della mia sposa e di Gonz0 ed ai poteri di trashtalker, IPB Warning è quasi in perfetta forma –rispose Thegoat- tra poco i popoli di Playit dovranno fuggire se vorranno aver salva la vita!”
“Però ci mancano ancora il libro della Sapienza, e la famosa Sacra Reliquia…”
“Già –rispose Thegoat- ormai si troveranno ad Illuminia, ci vorrebbe un infiltrato…”
“Ho proprio la persona giusta.” Replicò Tidus. “Ripper, mio devoto servitore, ho una missione da affidarti!”
“Devoto servitore ‘sta minchia” rispose Ripper “diciamo che i nostri interessi per il momento coincidono.”
“Vabbé, per ora lasciamo perdere. Parti per illuminia in incognito. Fingi di volerti aggregare alle forze del bene. Dovrai impossessarti del Libro della Sapienza, della fata Ka-li-me-rah e della Sacra Reliquia, e portarmi tutto al piu’ presto!”
“D’accordo, ma che è ‘sta sacra reliquia?”
“Lo saprai a tempo debito” rispose Thegoat. “Ora parti!”

Poco piu’ in là, Wolfgang stava tentando una seduta spiritica per riuscire a comunicare con il piu’ volte deceduto OnTheBizz. Allo scopo, aveva reclutato gli spammers, spiegando loro che OnTheBizz era depositario del segreto di una potentissima arma segreta, che sarebbe stata loro affidata in caso di riuscita della seduta.
“Bisogna trovare il link con l’al di là” spiegava Wolfgang a Pinno, Vikings11 e Whatarush.
“Beh -rispose Whatarush- se è questione di un link, la soluzione si trova”.
“Postiamo una richiesta in ‘Aiuto Informatico’” disse subito Vikings11.
“Meglio ancora: apriamo un topic apposito, ed ognuno di noi fa la stessa domanda, magari due volte, dando la colpa all’IPB!” disse Pinno.
“Sì, sì!” Concordò Whatarush “E poi buttiamo anche là delle risposte così alla cazzo, con un casino di faccine, tanto per fare qualche post in più!”

Ad Illuminia, faceva ormai giorno. The Answer Palermitano aveva spiegato ad Alicon che l’unico mezzo per raggiungere la fortesa dei Topic in un battibaleno era utilizzando un mezzo semi-fantascientico.
“Sto di umore nivuro –disse al cavaliere ed a Pozz de Scienz- ma dovete acchianare sul Fly circus. E nun me guardate accussì imparpigliati: sta alla porta accanto! M’arracumanno: ascite i cabasisi e accidete il mallitto Tidus!”

Poco fuori dalle mura di Illuminia, Koufax stava reclutando giocatori di cricket. Aveva stabilito che per risvegliare il Dormiente, due team di 11 giocatori dovevano contendersi l’urna che conservava le sue ceneri a questo arcano gioco, che si proponeva di spiegare una volta formate le squadre.
Il che si dimostrò piu’ difficile del previsto. Manuginobili, parlando a nome dei Depreck, si rifiutò di partecipare. “Noi giochiamo solo a Starball”, disse.
Jamalcrawford non poteva partecipare, perché ogni 23 secondi doveva scagliare una freccia contro un tabellone.
I Gobb avrebbero anche giocato, ma tutti gli altri si opposero perché avrebbero sicuramente truccato la partita.
Restavano brawl, cavalieri di offaneng, barbari e niubbi, ma… Con enorme stupore Spree esclamò “I niubbi sono scomparsi!”

(continua)
Ultima modifica di Yuppidù il 01/01/2007, 16:15, modificato 1 volta in totale.


L'uomo che ride nell'ombra (accipicchia)
Immagine

Avatar utente
The Snake 12
Senior
Senior
Messaggi: 2191
Iscritto il: 28/04/2005, 11:40
MLB Team: Oakland A's
NFL Team: Oakland Raiders
NBA Team: Detroit Pistons
NHL Team: Montreal Canadiens
Località: Napoli
303
289
Contatta:

Le Cronache Di Playit

Messaggio da The Snake 12 » 05/12/2006, 14:10

This is History ! (cit.) :forza:



The blues brothers
Rookie
Rookie
Messaggi: 330
Iscritto il: 28/05/2006, 21:28
Località: colà dove si puote ciò che si vuole
4
Contatta:

Le Cronache Di Playit

Messaggio da The blues brothers » 05/12/2006, 14:13

:lol: :lol: :lol: :lol:
Aspetto la seconda parte
Ultima modifica di The blues brothers il 05/12/2006, 14:14, modificato 1 volta in totale.


when you have everything,you have everything to lose.

Avatar utente
Da Brawl
Senior
Senior
Messaggi: 2714
Iscritto il: 17/12/2004, 13:01
MLB Team: New York Mets
NFL Team: Pittsburgh Steelers
NBA Team: Miami Heat
Località: Larciano - Confine San Rocco/Biccimurri
7
4

Le Cronache Di Playit

Messaggio da Da Brawl » 05/12/2006, 14:13

So che i post di faccine non sono ben visti, ma qui ci vuole...


:notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy: :notworthy:


Immagine - Immagine

Avatar utente
Alicon
Rookie
Rookie
Messaggi: 402
Iscritto il: 02/07/2004, 11:22
NFL Team: Cowboys
NBA Team: Suns
Località: Bagnolo Rock City

Le Cronache Di Playit

Messaggio da Alicon » 05/12/2006, 14:14

Geniale, semplicemente geniale. :notworthy:


Se un uomo fa esattamente quello che una donna s'aspetta da lui, ella non se ne fara' una grande opinione. Bisognerebbe sempre fare quello che una donna non s'aspetta e dire quello che lei non puo' capire. (O.Wilde)

Mikele
Senior
Senior
Messaggi: 1313
Iscritto il: 05/11/2003, 18:15
Località: Molise
Contatta:

Le Cronache Di Playit

Messaggio da Mikele » 05/12/2006, 14:16

:notworthy:

non farci aspettare troppo per il primo capitolo :fischia:

p.s. puoi scrivere con il carattere normale?


ImmagineImmagineImmagine

jiggazar
Newbie
Newbie
Messaggi: 6
Iscritto il: 09/11/2005, 14:11
Località: Lambrooklyn (Milano)

Le Cronache Di Playit

Messaggio da jiggazar » 05/12/2006, 14:17

Attendiamo la seconda parte ora!


From Italy a 7 foot center, numero sette, Andreaaaa Bargnaniiiii!!!

Dino N
Senior
Senior
Messaggi: 1936
Iscritto il: 09/07/2004, 15:54
Località: fiesco - il paesello
7
35

Le Cronache Di Playit

Messaggio da Dino N » 05/12/2006, 14:17

sta cosa di non avere nemmeno una citazione mi lascia incacchiato e mi spinge a deprezzare il valore dell'opera fine a se stessa. Adesso rifilo un warning a yuppidù cosi vediamo se non mi trova una particina. anzi, magari lo banno :lol:

sarò costretto a scatenare le furie del forum.
Ultima modifica di Dino N il 05/12/2006, 14:22, modificato 1 volta in totale.


"Perchè tutte le parole scritte dagli uomini, sono forsennato amore non corrisposto, sono un diario frettoloso ed incerto che riempiamo di corsa perchè tempo ce n'è poco. Un diario che teniamo per Dio. Per non recarci a mani vuote all'appuntamento."

Tidus

Le Cronache Di Playit

Messaggio da Tidus » 05/12/2006, 14:18

Mitico :notworthy:

Tremate gente, il malvagio signore del male scatenerà la forza del demone soppresso e l'IPB vi inghiottirà tutti :hehe:



joesox

Le Cronache Di Playit

Messaggio da joesox » 05/12/2006, 14:19

troppo divertente



Yuppidù
Senior
Senior
Messaggi: 2970
Iscritto il: 25/08/2006, 18:18
Località: ch
3
92
Contatta:

Le Cronache Di Playit

Messaggio da Yuppidù » 05/12/2006, 14:29

sta cosa di non avere nemmeno una citazione mi lascia incacchiato e mi spinge a deprezzare il valore dell'opera fine a se stessa. Adesso rifilo un warning a yuppidù cosi vediamo se non mi trova una particina. anzi, magari lo banno  :lol:

sarò costretto a scatenare le furie del forum.
[snapback]762297[/snapback]

Non temere. La Saga è lunga. Ho già pronti i prossimi 3 capitoli. Tu sei nel secondo. Mancano anche altri Forumisti Insigni, ma tutto sarà spiegato (cit.)


L'uomo che ride nell'ombra (accipicchia)
Immagine

Dino N
Senior
Senior
Messaggi: 1936
Iscritto il: 09/07/2004, 15:54
Località: fiesco - il paesello
7
35

Le Cronache Di Playit

Messaggio da Dino N » 05/12/2006, 14:36

Non temere. La Saga è lunga. Ho già pronti i prossimi 3 capitoli. Tu sei nel secondo. Mancano anche altri Forumisti Insigni, ma tutto sarà spiegato (cit.)
[snapback]762312[/snapback]

rinchiuderò i mastini della guerra per ora.


"Perchè tutte le parole scritte dagli uomini, sono forsennato amore non corrisposto, sono un diario frettoloso ed incerto che riempiamo di corsa perchè tempo ce n'è poco. Un diario che teniamo per Dio. Per non recarci a mani vuote all'appuntamento."

Avatar utente
hispanico82
Pro
Pro
Messaggi: 5804
Iscritto il: 11/05/2004, 21:09
NBA Team: Philadelphia 76ers
Località: Between 45th Street and 2nd&3rd Avenue
187
933

Le Cronache Di Playit

Messaggio da hispanico82 » 05/12/2006, 14:38

rinchiuderò i mastini della guerra per ora.
[snapback]762322[/snapback]

Sai già su chi puoi contare :figo:



margheritoni10
Rookie
Rookie
Messaggi: 924
Iscritto il: 22/09/2004, 18:58
Località: Gran Ducato di Sarzana
1
93

Le Cronache Di Playit

Messaggio da margheritoni10 » 05/12/2006, 14:39

:paper:


Immagine
E' lo stesso medesimo principio, mismo, siam sempre lì qualità o quantità??

The blues brothers
Rookie
Rookie
Messaggi: 330
Iscritto il: 28/05/2006, 21:28
Località: colà dove si puote ciò che si vuole
4
Contatta:

Le Cronache Di Playit

Messaggio da The blues brothers » 05/12/2006, 14:45

Sai già su chi puoi contare :figo:
[snapback]762325[/snapback]
Hispa ma tu non sei già alleato con i Gobb :penso:?
Ultima modifica di The blues brothers il 05/12/2006, 14:45, modificato 1 volta in totale.


when you have everything,you have everything to lose.

Rispondi