Confronti Squadre e Giocatori

Rispondi
Avatar utente
Teo
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 16684
Iscritto il: 09/09/2002, 8:57
MLB Team: Atlanta Braves
NFL Team: Buffalo Bills
NBA Team: Utah Jazz
NHL Team: Colorado Avalanche
Località: padova
208
1454
Contatta:

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da Teo » 15/01/2015, 13:57

Ronaldo ha giocato troppo poco a certi livelli fisici, purtroppo. E' lo stesso discorso di Van Basten. Pensare a cosa avrebbero potuto essere senza quei problemi fisici fa male il cuore.

Mai visto uno dominare su un campo come il Ronaldo versione Barca-Inter 1° anno


ImmagineImmagineImmagineImmagine

lebronpepps
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 23017
Iscritto il: 05/09/2008, 16:00
3886
6382

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da lebronpepps » 15/01/2015, 15:22

Mike ha scritto: ma in generale mi sarebbe piaciuto vedere il Cristiano nella Serie A di Maldini, Nesta, Cannavaro, Thuram, Ferrara, Costacurta, Vierchowod, Montero, Ayala, Aldair (e Bergomi che era compagno di squadra).


comunque partendo da questo mi è venuta anche una riflessione, oggi difensori di questo tipo non ci sono più (parlo come tipologia di giocatore, non del valore del giocatore in sè), il ruolo del difensore a mio modo di vedere è quello che più si è evoluto ed è cambiato negli ultimi anni, con per esempio il marcatore puro che è praticamente sparito dai radar a vantaggio del difensore che è anche in grado di giocare la palla e di impostare (penso ai Piquè, ai David Luiz, agli Hummels, i Bonucci per fare un pò di esempi)



Avatar utente
The goat
Moderator
Moderator
Messaggi: 6225
Iscritto il: 03/11/2002, 21:58
43
719

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da The goat » 15/01/2015, 15:37

che però in difesa fanno cagare.
a parte il beckenbauer rubentino, ovviamente.


Prendete Maradona.
Potenziatelo fisicamente, rendetelo un atleta.
Dategli il destro.
E otterrete... Pelè.


https://luigisorrenti.blogspot.it

Avatar utente
LeatherBoy
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 17514
Iscritto il: 31/10/2011, 8:37
NBA Team: Brooklyn Nets
903
1669

Re: R: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da LeatherBoy » 15/01/2015, 15:40

lebronpepps ha scritto:E il premio di miglior Ronaldo di sempre a chi lo dareste? Ormai non é una domanda così campata per aria

Inviato dal mio GT-S6500 con Tapatalk 2

Ronaldo per me ce n'è solo uno, il Fenomeno :notworthy:



lebronpepps
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 23017
Iscritto il: 05/09/2008, 16:00
3886
6382

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da lebronpepps » 15/01/2015, 15:43

The goat ha scritto:che però in difesa fanno cagare.
a parte il beckenbauer rubentino, ovviamente.

al massimo è Beckenbauer il Bonucci tedesco :icon_paper:

ad ogni modo anche io istintivamente la penso come te, però penso anche che magari con l'evoluzione del calcio i parametri attraverso i quali si valuta la bontà di un difensore siano differenti rispetto all'epoca ed in continuo cambiamento, per cui difensori classici di quel tipo non ne vedremo più man mano che andremo avanti, non so se per una questione di fondamentali che non vengono insegnati più o semplicemente perchè è il calcio che sta andando verso un'altra direzione e dunque ha poco senso fare paragoni tra questi difensori e quelli degli anni 90 (o ancora prima)

da questo punto di vista l'influenza di Guardiola e del suo Barca mi pare evidente come cambiamento nel modo stesso di concepire la difesa di squadra



Avatar utente
The goat
Moderator
Moderator
Messaggi: 6225
Iscritto il: 03/11/2002, 21:58
43
719

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da The goat » 15/01/2015, 16:06

Sì però non dimenticare che il calcio, e non solo il calcio, va a cicli.
Ai tempi miei quando arrivò l'ungheria di Puskas si pensava che quella fosse la naturale evoluzione del calcio, poi in Italia abbiamo avuto 30 e passa anni di catenaccio, convertendo tutti al credo tanto che persino l'Inghilterra per vincere un mondiale ha dovuto prendere il suo miglior giocatore o quasi e metterlo a fare il libero.
Quando ero già un po' più anzianotto ed è arrivata l'Olanda di Michels tutti a dire che era quello il futuro del calcio, poi è arrivata la Germania che giocava con 18 uomini dietro la linea del centrocampo ha dettato legge fra europei e mondiali fino al 1990.
Quando Sacchi ha compiuto l'ultima rivoluzione a metà anni '80, tutti a dire che quello era il futuro del calcio, poi è arrivato Fascetti con De Rosa libero e Garzya a uomo sull'avversario più pericoloso e ha incantato il mondo.

Il calcio e la vita vanno a cicli. Oggi funziona così. Domani chissà.
Sinceramente io non mi stupirei se fra vent'anni il figlio di Thiago Silva giocasse da libero dietro i marcatori nel Manchester City o nell'Arsenal.


Prendete Maradona.
Potenziatelo fisicamente, rendetelo un atleta.
Dategli il destro.
E otterrete... Pelè.


https://luigisorrenti.blogspot.it

Avatar utente
rowiz
Tecnico del forum
Tecnico del forum
Messaggi: 12870
Iscritto il: 12/02/2006, 14:12
NFL Team: Pittsburgh Steelers
Località: Megaron
2952
5476

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da rowiz » 16/01/2015, 10:53

Vorrei chiarimenti sui ruoli di Luigi Garzya, grazie.


darioambro ha scritto:ahahah ro, tu sei davvero l'altra palla che vorrei avere :notworthy: :notworthy: :notworthy:

darioambro ha scritto:rowiz direbbe che sono un coglione :biggrin:
30.11.2016

Avatar utente
Bonaz
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 18443
Iscritto il: 22/12/2005, 10:28
NFL Team: Cincinnati Bengals
NBA Team: Portland Trail Blazers
NHL Team: New York Rangers
Squadra di calcio: Inter
Località: Mantua - Brixia a/r
9115
1971

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da Bonaz » 14/12/2015, 15:28



rodmanalbe82 ha scritto:Bonaz ridefinisce il concetto di "come lavorare a fine luglio" :truzzo:
ripper23 ha scritto:Bonaz porta la voglia di non fare un cazzo in ufficio a livelli ineguagliabili :notworthy:
Bluto Blutarsky ha scritto:Annuntio vobis gaudium magnum, habemus Bonaz

:appl: :appl: :appl:

Avatar utente
Bonaz
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 18443
Iscritto il: 22/12/2005, 10:28
NFL Team: Cincinnati Bengals
NBA Team: Portland Trail Blazers
NHL Team: New York Rangers
Squadra di calcio: Inter
Località: Mantua - Brixia a/r
9115
1971

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da Bonaz » 22/12/2015, 20:12

Le migliori 10 nazionali europee

1. UNGHERIA 1950-1956

Se il Brasile di Pelè e Garrincha è stato probabilmente il massimo come talento individuale, la Grande Ungheria (l'“Aranycsapat”, la squadra d'oro) è stata forse il meglio in quanto a organizzazione e innovazione. Per molti storici, esiste un pre-rivoluzione ungherese e un post: prima, il football era una somma di 11 giocatori, dopo è nato il concetto di squadra, con i movimenti senza palla e l'armonia collettiva. La Grande Ungheria, plasmata dal tecnico Gusztav Sebes intorno a un nucleo di campionissimi (da Puskas a Bozsik, da Hidegkuti a Kocsis) domina le Olimpiadi del '52, batte per la prima volta l'Inghilterra a Wembley (6-3, 35 tiri in porta a 5!) e resta imbattuta per 4 anni e mezzo, fino alla finale del Mondiale '54 perso contro la Germania Ovest in una finale assurda. Nel '56 l'invasione dei carrarmati sovietici a Budapest segna la fine di una squadra che diventa subito leggenda.

2. SPAGNA 2008-2012

Seconda, dietro agli invincibili ungheresi, ma se dovesse centrare anche il Mondiale 2014, beh, a quel punto, sarebbe prima d'obbligo. Il ciclo d'oro del calcio spagnolo non sembra ancora esaurito, visto che buona parte dei fenomeni della Roja ha meno di 30 anni. Prima nazionale europea a conquistare un Campionato del Mondo fuori dall'Europa, ha vinto l'Europeo 2008 con l'entusiasmo, il Mondiale 2010 con l'estro dei singoli, l'Europeo 2012 con la difesa e un'ineguagliabile prestazione in finale contro l'Italia. Da 4 anni nessuno ha ancora trovato l'antidoto per fermare le Furie Rosse.

3. ITALIA 1934-1938

L'Italia bi-mondiale di Vittorio Pozzo comincia la sua scalata verso la gloria nel '30, quando sventra gli ungheresi a Budapest in Coppa Internazionale con una tripletta dell'allora ventenne “Peppin” Meazza. Su di lui e sull'altra mezzala Giovanni Ferrari, Pozzo costruisce la squadra che vince i Mondiali del '34 in casa e quelli del '38 in Francia, unica nazionale nella storia a centrare la doppietta iridata insieme con il Brasile '58-'62. L'Italia '34 è superiore sul piano tecnico (con il decisivo apporto degli argentini Monti, Guaita, Orsi), quella del '38 è più squadra (trionfa in un clima di grande ostilità a causa della politica del fascismo) e davanti ha un cecchino infallibile come Piola.

4. GERMANIA OVEST 1972-1976

Va vicinissima all'impresa compiuta in questi giorni dalla Spagna: campione d'Europa '72, del Mondo '74 e sconfitta ai rigori nella finale dell'Europeo '76 dalla Cecoslovacchia di Panenka. Gli Anni '70 segnano il dominio del calcio tedesco, più concreto e lineare di quello olandese. Il libero Beckenbauer e il bomber Gerd Muller sono gli elementi di spicco, ma intorno a loro si sviluppa una generazione di grandissimo livello, dal portiere Maier al terzino Breitner, dal regista Overath al fantasista Netzer.

5. OLANDA 1974-1978

E' la grande incompiuta del football mondiale. Ha rivoluzionato il calcio, ma non ha vinto nulla a livello di nazionale (in compenso tra Feyenoord e Ajax il movimento orange si è portato a casa 4 Coppe dei Campioni). La versione migliore e più innovativa è quella del 1974, con Cruyff nel motore: la squadra allenata da Rinus Michels infiamma il Mondiale, però si arrende nell'atto conclusivo alla Germania padrona di casa. Nel '76 è terza agli Europei e Cruyff dà l'addio alla casacca orange. Nel Mondiale '78 arriva un altro secondo posto, dietro all'Argentina.

6. FRANCIA 1998-2000

La Francia Anni '80, capeggiata da Platini, ha forse entusiasmato di più sul piano tecnico, però è stata quella della generazione di Zidane a centrare l'incredibile double Europeo - Mondiale, come la Germania '72-'74 e la Spagna 2008-2010. Nel '98, i blues trionfano al Mondiale di casa grazie alla forza della difesa e alla doppietta di Zidane nella finale contro il Brasile. Due anni dopo in Olanda e Belgio la Francia mette le mani sull'Europeo complice il golden-gol di Trezeguet all'Italia. Ancora Zidane, all'ultima recita della carriera, trascina una nuova Francia in finale al Mondiale 2006, perso ai rigori contro l'Italia.

7. ITALIA 1978-1982

La nazionale italiana migliore del dopoguerra. Nel '78, nei Mondiali in Argentina, incanta e fa vedere il miglior calcio, ma deve accontentarsi del 4° posto. All'Europeo '80 sciupa la grande occasione casalinga. Ma nel Mundial di Spagna '82 si rifa con gli interessi: parte male e rischia l'eliminazione, quindi si riprende e schianta le migliori nazionali del periodo, dall'Argentina al Brasile, fino alla Germania Ovest. E' il punto più alto nella carriera dei vari Zoff, Scirea, Conti, Antognoni e del razziatore di gol Pablito Rossi.

8. INGHILTERRA 1966-1970

Difficile stabilire se l'Inghilterra di fine Anni '60 sia stata davvero la più forte nazionale inglese di sempre. Quasi sicuramente, però, è stata la migliore dagli Anni '40 in avanti, l'unica capace di portare i sudditi della Regina a un alloro internazionale, il Mondiale casalingo del '66. Il ct Alf Ramsey, partendo dal 4-2-4 brasiliano, arriva al 4-4-2 e arpiona il titolo malgrado le polemiche per il gol-non gol di Hurst, in finale contro i tedeschi. Dopo il 3° posto agli Europei '68, gli inglesi sognano il bis iridato a Messico '70, ma la Germania si prende la rivincita nei quarti rimontando da 0-2 a 3-2 nei supplementari.

9. GERMANIA OVEST 1990-1992

Sfiora la doppietta Mondiale - Europeo: dopo aver vinto il Campionato del Mondo del '90 in Italia, la Germania Ovest arriva in finale a Euro '92 convinta di conquistare un nuovo alloro: i tedeschi devono però arrendersi alla rivelazione Danimarca. Squadra solida, concreta e che può contare in mezzo al campo su un vero fuoriclasse come Matthaus - uno dei migliori centrocampisti del dopo-guerra - è però inferiore, sul piano tecnico e della personalità alla Germania Anni '70.

10. AUSTRIA 1931-1937

Chiudiamo questa carrellata con un omaggio all'Austria “Wunderteam”, che è un po' la capostipite del calcio totale, che avrebbe in seguito influenzato l'Ungheria, l'Olanda e oggi la Spagna. L'allenatore Hugo Meisl costruisce una squadra che nei primi Anni '30 è di fatto la portabandiera del gioco d'attacco, armonioso e bello da vedere: imbattuta per 14 partite, l'Austria vince la Coppa Internazionale del '32 e ai Mondiali '34 si arrende in semifinale all'Italia solo per un gol irregolare di Guaita. La morte di Meisl nel '37 e l'Annessione alla Germania nazista cancellano quella meravigliosa squadra, che era formata in buona parte da calciatori di origine ebraica.


rodmanalbe82 ha scritto:Bonaz ridefinisce il concetto di "come lavorare a fine luglio" :truzzo:
ripper23 ha scritto:Bonaz porta la voglia di non fare un cazzo in ufficio a livelli ineguagliabili :notworthy:
Bluto Blutarsky ha scritto:Annuntio vobis gaudium magnum, habemus Bonaz

:appl: :appl: :appl:

Avatar utente
Bonaz
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 18443
Iscritto il: 22/12/2005, 10:28
NFL Team: Cincinnati Bengals
NBA Team: Portland Trail Blazers
NHL Team: New York Rangers
Squadra di calcio: Inter
Località: Mantua - Brixia a/r
9115
1971

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da Bonaz » 22/12/2015, 20:14

Le 10 migliori squadre della Coppa Campioni


1. REAL MADRID 1955-1960
«Ha unito l'Europa in largo anticipo sulla politica». Così scrisse Roberto Beccantini sul Guerin Sportivo. Il Grande Real, immortalato anche in una canzone degli 883, ha cambiato il mondo: cinque Coppe dei Campioni di fila ('56, '57, '58, '59 e '60) e un impatto travolgente sulla vita, calcistica e non. Il presidentissimo Santiago Bernabeu porta a Madrid alcuni dei migliori calciatori del mondo, da Santamaria a Gento, da Rial a Puskas. Il tutto sublimato dal genio a tutto campo di Alfredo Di Stefano, difensore, regista, goleador e capo carismatico. Un calciatore e una squadra uniche.


2. AJAX AMSTERDAM 1970-1973
Ha rivoluzionato il calcio: preparazione atletica superiore, calciatori in grado di fare tutto e muoversi di continuo senza ruoli fissi, un concentrato assoluto di campioni, che hanno formato anche lo zoccolo duro della meravigliosa nazionale olandese dei Mondiali '74. Dopo aver sfiorato la Coppa Campioni nel '69 (ko in finale contro il Milan), il mago Michels completa l'opera nei primi Anni '70 quando i vari Rep, Cruyff, Neeskens, Krol raggiungono la piena maturità. L'Ajax vince tre Coppe in fila ('71, '72 e '73) e nel '72 centra la Treble, con campionato e coppa d'Olanda. Nulla nella mappa del calcio internazionale sarebbe stato più come prima.


3. BARCELLONA 2008-2012
Il capolavoro di Guardiola. Mescolando i concetti tattici olandesi - che tanto hanno attechito a Barcellona dagli Anni '70 in poi - con i migliori prodotti del vivaio e una struttura di gioco che prevede possesso e palla a terra, il “Pep” crea una squadra unica, meravigliosa, altamente spettacolare e difficilmente arginabile nelle giornate di vena. In quattro anni conquista 13 trofei, di cui 6 (su 6...) nella stagione d'esordio e due Coppe dei Campioni. Eto'o (poi passato all'Inter), Xavi, Iniesta e Messi sono i giocatori più rappresentativi.


4. MILAN 1987-1990
In un Paese di tradizioni fortemente difensive come l'Italia, il Milan di Sacchi è una splendida eccezione. Il tecnico di Fusignano mette sul piatto le sue idee di calcio rivoluzionario, atletico, dispendiosissimo (fuorigioco, ripartenze, schemi mandati giù a memoria) e le abbina a una squadra dal valore tecnico assoluto: ci sono i migliori calciatori italiani del periodo (da Baresi a Maldini fino a Donadoni) e tre fuoriclasse olandesi come Gullit, Van Basten e Rijkaard. Il Milan conquista lo scudetto '88 e allunga il suo dominio in Europa con due Coppe Campioni in fila. Nel '90 perde tutto e Sacchi se ne va, stremato da un calcio che prevede ritmi alla lunga insostenibili.


5. BAYERN MONACO 1973-1976
La vittoria della Germania agli Europei '72 e ai Mondiali '74 si sposa con il ciclo d'oro del Bayern Monaco, che conquista tre Coppe Campioni in fila a cavallo tra il '74 e il '76. Epica la prima vittoria contro l'Atletico Madrid: il Bayern pareggia al 120' una gara che sembra perduta e nella ripetizione di due giorni dopo (non sono previsti all'epoca supplementari e rigori) dilaga: 4-0. Squadra quadratissima, come da tradizione teutonica, ma anche ricca di straordinarie individualità, come Beckenbauer, leader carismatico, difensore inappuntabile e sommo regista, e il bomber Gerd Muller, una sentenza in area di rigore.


6. INTER 1963-1967
Libero e catenaccio, preparazione atletica e ripartenze fulminanti: è la Grande Inter di Helenio Herrera, il trionfo della scuola italiana. La forza della squadra nasce dalla solidità della difesa e si sviluppa a centrocampo, con i lanci di Suarez che aprono il contropiede per i veltri Jair e Mazzola. Dopo lo scudetto del '63, l'Inter nel '64 demolisce i resti del Real e diventa campione d'Europa. Nel '65 è il primo club italiano a conquistare il “double” campionato - Coppa Campioni. Nel '66 è ancora scudetto. Il ciclo si chiude nel '67: in pochi giorni, la squadra perde sul filo di lana campionato, Coppa Italia e Coppa dei Campioni, beffata 2-1 in finale dal Celtic Glasgow in rimonta.


7. JUVENTUS 1982-1986
La Juve forse più forte di sempre. Dall'82 all'86 vince tutto, ma - considerando il valore degli interpreti - avrebbe potuto fare ancora di più. Il tecnico, l'italianista convinto Giovanni Trapattoni, guida un gruppo favoloso, con 5-6 italiani campioni del Mondo nel'82 e il fuoriclasse francese Michel Platini, regista e goleador. Dopo la beffarda Coppa Campioni '83, in cui viene battuta dallo sfavorito Amburgo, la Juve si riscatta negli anni seguenti: nell'84 vince la Coppa Coppe, nell'85 la Coppa Campioni nella drammatica finale contro il Liverpool e nell'86 chiude il cerchio con l'Intercontinentale.


8. REAL MADRID 2000-2003
Il Real dei “Galactictos”, ma anche degli “Zidanes y Pavones”, perché unisce i migliori calciatori del mondo, pagati a peso d'oro, e i prodotti della cantera. Il progetto del presidente Perez riesce fino a quando in panchina tiene Vicente Del Bosque, poi campione del mondo con la Spagna nel 2010. Dopo la quasi casuale Champions del '98, i blancos dominano l'inizio del nuovo millennio, conquistando 2 campionati, 2 Coppe dei Campioni e 2 Intercontinentali. Quando Raul, Zidane e Figo girano a pieni giri, lo spettacolo diventa di difficile imitazione.


9. LIVERPOOL 1976-1981
Forse il Manchester United ha toccato picchi più alti (parliamo di quello di Busby e di un paio di versioni di quello di Ferguson), ma nel complesso il ciclo inglese più continuo è stato quello del Liverpool Anni '70-'80, plasmato da Bill Shankly e portato al top da Bob Paisley, l'unico allenatore capace di vincere 3 volte la Coppa dei Campioni ('77, '78 e '81). Squadra inglese classica, disposta secondo il 4-4-2 e tremendamente efficace nei momenti decisivi, con tanti ottimi giocatori e un paio di fuoriclasse, da Keegan - poi ceduto all'Amburgo - a Dalglish.


10. BENFICA 1960-1963
Vince il titolo portoghese e per due anni, subito dopo il ciclo d'oro del Real, domina l'Europa. Nella finale del '61 piega 3-2 il favorito Barcellona, l'anno dopo si ripete rimontando contro un Real in parabola discendente. Nel '63 cerca il tris, ma è sconfitto dal Milan di Rocco nell'atto conclusivo. Il tecnico è il giramondo Guttman, che schiera la squadra con un 4-2-4 che ricalca il modulo del Brasile campione del mondo nel '58. Il regista Coluna e l'attaccante Eusebio sono stelle di assoluta grandezza.


rodmanalbe82 ha scritto:Bonaz ridefinisce il concetto di "come lavorare a fine luglio" :truzzo:
ripper23 ha scritto:Bonaz porta la voglia di non fare un cazzo in ufficio a livelli ineguagliabili :notworthy:
Bluto Blutarsky ha scritto:Annuntio vobis gaudium magnum, habemus Bonaz

:appl: :appl: :appl:

Avatar utente
Bonaz
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 18443
Iscritto il: 22/12/2005, 10:28
NFL Team: Cincinnati Bengals
NBA Team: Portland Trail Blazers
NHL Team: New York Rangers
Squadra di calcio: Inter
Località: Mantua - Brixia a/r
9115
1971

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da Bonaz » 07/01/2016, 21:21



rodmanalbe82 ha scritto:Bonaz ridefinisce il concetto di "come lavorare a fine luglio" :truzzo:
ripper23 ha scritto:Bonaz porta la voglia di non fare un cazzo in ufficio a livelli ineguagliabili :notworthy:
Bluto Blutarsky ha scritto:Annuntio vobis gaudium magnum, habemus Bonaz

:appl: :appl: :appl:

Avatar utente
ghista
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 11888
Iscritto il: 02/06/2008, 20:59
MLB Team: New York Mets
NBA Team: Orlando Magic
4530
1276

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da ghista » 07/01/2016, 23:21

lebronpepps ha scritto:
Mike ha scritto: ma in generale mi sarebbe piaciuto vedere il Cristiano nella Serie A di Maldini, Nesta, Cannavaro, Thuram, Ferrara, Costacurta, Vierchowod, Montero, Ayala, Aldair (e Bergomi che era compagno di squadra).


comunque partendo da questo mi è venuta anche una riflessione, oggi difensori di questo tipo non ci sono più (parlo come tipologia di giocatore, non del valore del giocatore in sè), il ruolo del difensore a mio modo di vedere è quello che più si è evoluto ed è cambiato negli ultimi anni, con per esempio il marcatore puro che è praticamente sparito dai radar a vantaggio del difensore che è anche in grado di giocare la palla e di impostare (penso ai Piquè, ai David Luiz, agli Hummels, i Bonucci per fare un pò di esempi)
L'ultimo difensore vecchio stile rimasto è Godin( che personalmente è il migliore del ruolo al momento )



Avatar utente
Bonaz
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 18443
Iscritto il: 22/12/2005, 10:28
NFL Team: Cincinnati Bengals
NBA Team: Portland Trail Blazers
NHL Team: New York Rangers
Squadra di calcio: Inter
Località: Mantua - Brixia a/r
9115
1971

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da Bonaz » 09/01/2016, 16:39

Ultima modifica di Bonaz il 12/01/2016, 9:39, modificato 7 volte in totale.


rodmanalbe82 ha scritto:Bonaz ridefinisce il concetto di "come lavorare a fine luglio" :truzzo:
ripper23 ha scritto:Bonaz porta la voglia di non fare un cazzo in ufficio a livelli ineguagliabili :notworthy:
Bluto Blutarsky ha scritto:Annuntio vobis gaudium magnum, habemus Bonaz

:appl: :appl: :appl:

Avatar utente
The goat
Moderator
Moderator
Messaggi: 6225
Iscritto il: 03/11/2002, 21:58
43
719

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da The goat » 11/01/2016, 17:38

Da gazzetta.it, i dieci migliori gol di Pelè, sbagliati.
Una gioia per gli occhi. Destro, sinistro, testa, rovesciate, tunnel. Di tutto di più.

http://video.gazzetta.it/i-10-migliori- ... 5ed75195b0


Prendete Maradona.
Potenziatelo fisicamente, rendetelo un atleta.
Dategli il destro.
E otterrete... Pelè.


https://luigisorrenti.blogspot.it

Avatar utente
Bonaz
Hero Member
Hero Member
Messaggi: 18443
Iscritto il: 22/12/2005, 10:28
NFL Team: Cincinnati Bengals
NBA Team: Portland Trail Blazers
NHL Team: New York Rangers
Squadra di calcio: Inter
Località: Mantua - Brixia a/r
9115
1971

Re: Confronti Squadre e Giocatori

Messaggio da Bonaz » 08/02/2016, 20:06



rodmanalbe82 ha scritto:Bonaz ridefinisce il concetto di "come lavorare a fine luglio" :truzzo:
ripper23 ha scritto:Bonaz porta la voglia di non fare un cazzo in ufficio a livelli ineguagliabili :notworthy:
Bluto Blutarsky ha scritto:Annuntio vobis gaudium magnum, habemus Bonaz

:appl: :appl: :appl:

Rispondi