Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Avatar utente
isles_fan
Rookie
Rookie
Messaggi: 349
Iscritto il: 10/04/2007, 12:19
Località: Modena (a volte Bratislava)
Contatta:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da isles_fan » 13/02/2009, 10:52

La redazione di Toronto é ancora in attesa della intervista di bure.
:paper:


ImmagineImmagine
GM Toronto Ice Blades - por esto soy del Atleti

Avatar utente
kachlex
Pro
Pro
Messaggi: 8985
Iscritto il: 14/11/2005, 2:13
NHL Team: Ottawa
Località: P. Sherman, 42 Wallaby Way Sydney, Australia
Contatta:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da kachlex » 13/02/2009, 11:13

isles_fan ha scritto: La redazione di Toronto é ancora in attesa della intervista di bure.
:paper:

un silenzio vale piu' di mille parole (a vanvera)  :fischia:


Immagine
Honolulu Lilied Piranhas - 2012 / 2014 / 2015 Stanleit Cup Champions
Kachlex Piranhas - 2014 Yahoo Fanta HNC Champions
Immagine

Avatar utente
Biron 43
Pro
Pro
Messaggi: 4029
Iscritto il: 24/12/2006, 10:52
NHL Team: BUFFALO,CBJ,CHI,MIN,NSH,STL,SJ
Località: Welschtirol
Contatta:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da Biron 43 » 13/02/2009, 11:29

Ma...invece di aspettare l'intervista, perchè non iniziate a giocare?...seriamente intendo  :lol2:



Avatar utente
Hobbit83
Global Moderator
Global Moderator
Messaggi: 9199
Iscritto il: 08/11/2006, 12:01
MLB Team: Toronto Blue Jays
NFL Team: GreenBay Packers/Toronto Argos
NBA Team: Toronto Raptors
NHL Team: Toronto Maple Leafs
Squadra di calcio: Inter /St.Pauli/Rayo
Località: Palasport Flaminio, RN / Stadio Renato Dall'Ara, BO

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da Hobbit83 » 13/02/2009, 11:37

Biron 43 ha scritto: Ma...invece di aspettare l'intervista, perchè non iniziate a giocare?...seriamente intendo  :lol2:
Silenzio, che quando avevamo i portieri vi abbiamo inculato a sangue. Ricordatevelo, banda di fighette  :truzzo:

E comunque noi, a parte che contro Ontario, giochiamo solo se abbiamo di fronte grandi squadre  :noia:


Immagine

Avatar utente
Biron 43
Pro
Pro
Messaggi: 4029
Iscritto il: 24/12/2006, 10:52
NHL Team: BUFFALO,CBJ,CHI,MIN,NSH,STL,SJ
Località: Welschtirol
Contatta:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da Biron 43 » 13/02/2009, 11:48

In quel periodo ero io senza portieri...e non mi ero ancora trasformato nel mago della ricostruzione

Intanto le fighette se la giocano per i PO  :truzzo:



Avatar utente
isles_fan
Rookie
Rookie
Messaggi: 349
Iscritto il: 10/04/2007, 12:19
Località: Modena (a volte Bratislava)
Contatta:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da isles_fan » 13/02/2009, 11:57

mah, sotto sotto tutti visitano questo post, in attesa delle parole proferite da bure.

Intanto per l'altra franchigia nell'Ontario (ancora in lotta per i PO) un bel  :portasfiga:
Ultima modifica di isles_fan il 13/02/2009, 12:01, modificato 1 volta in totale.


ImmagineImmagine
GM Toronto Ice Blades - por esto soy del Atleti

Avatar utente
kachlex
Pro
Pro
Messaggi: 8985
Iscritto il: 14/11/2005, 2:13
NHL Team: Ottawa
Località: P. Sherman, 42 Wallaby Way Sydney, Australia
Contatta:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da kachlex » 13/02/2009, 11:58

Biron 43 ha scritto: In quel periodo ero io senza portieri...e non mi ero ancora trasformato nel mago della ricostruzione

Intanto le fighette se la giocano per i PO  :truzzo:

Casablanca Black Hawks....gli uccelli neri di Casablanca :gazza:


Immagine
Honolulu Lilied Piranhas - 2012 / 2014 / 2015 Stanleit Cup Champions
Kachlex Piranhas - 2014 Yahoo Fanta HNC Champions
Immagine

Avatar utente
Biron 43
Pro
Pro
Messaggi: 4029
Iscritto il: 24/12/2006, 10:52
NHL Team: BUFFALO,CBJ,CHI,MIN,NSH,STL,SJ
Località: Welschtirol
Contatta:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da Biron 43 » 13/02/2009, 12:05

Si dai...mi sono allargato un pochino con quel "mago della ricostruzione"...forse sta meglio apprendista dell'apprendista mago  :D

Ma dai Isles...non ti ci mettere pure tu...gia c'è tex che distribuisce sfiga a dx e a manca...poi in fondo in fondo, se arriviamo ai PO tutto l'Ontario ne gioverà in termini di introiti ($)...

Devo fare la danza scaccia sfiga...prima un po' di questo :papa:....e poi si parte :scimmia: :scimmia: :scimmia:




:gazza:
Ultima modifica di ^Tex^ il 13/02/2009, 13:22, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
Biron 43
Pro
Pro
Messaggi: 4029
Iscritto il: 24/12/2006, 10:52
NHL Team: BUFFALO,CBJ,CHI,MIN,NSH,STL,SJ
Località: Welschtirol
Contatta:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da Biron 43 » 13/02/2009, 12:06

kachlex ha scritto: Casablanca Black Hawks....gli uccelli neri di Casablanca :gazza:

Ah si si, Casablanca...la discoteca di Milano intendi  :fischia:



Avatar utente
bure
Moderator
Moderator
Messaggi: 7519
Iscritto il: 25/10/2005, 15:08
NHL Team: Batteries :truzzo:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da bure » 13/02/2009, 14:33

isles_fan ha scritto: La redazione di Toronto é ancora in attesa della intervista di bure.
:paper:
Coming soon!


New York Batteries, the running (5-times) Stanleit Cup Champions

Avatar utente
isles_fan
Rookie
Rookie
Messaggi: 349
Iscritto il: 10/04/2007, 12:19
Località: Modena (a volte Bratislava)
Contatta:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da isles_fan » 15/02/2009, 19:53

Week n. 19, NY Batteries - Toronto IB

La regular season si avvicina rapidamente alla fine e nella settimana n. 19 è in programma il match di ritorno tra Toronto e i NY Batteries, che all’andata si imposero per 10-4.
Oggi è venuto nella nostra redazione bure, uno dei due GM della franchigia newyorkese e commissioner della lega del Fantahockey.


Mi scuso per il ritardo e ringrazio per la spazio che mi viene concesso sulle vostre colonne.. la scelta di parlare su un giornale di Toronto non è casuale, l’hockey qui è una cosa seria e si possono trattare anche temi importanti, che per lettori di qualche spiaggia assolata in caccia di trash risulterebbero (risulteranno) solo fonte di sbadigli.

A proposito, prima di cominciare con le domande, vorrei fare una precisazione:
parlare di commissioner è improprio.. non c’è nella nostra lega un vero commissioner, ci sono più persone che collaborano e per quanto possibile si cerca di decidere democraticamente, visto che non è stato eletto nessuno col compito di comandare.
Un conto è aver ricevuto il consenso per redigere il regolamento, un altro prendere poi le decisioni durante la stagione.


Salve mr. Bure, manca poco alla fine della stagione regolare e i Batteries sono al quarto posto in piena lotta per i playoffs, si aspettava questa posizione in classifica a questo punto del campionato ?

A dir la verità si, è più o meno quello che ci potevamo aspettare, anche se in questa situazione ci siamo arrivati in modo imprevedibile.
La squadre è stata costruita pensando più al futuro che al presente, pur con l’obiettivo di raggiungere la post-season sin dalla prima stagione; quindi sapevamo che avremmo avuto bisogno di tempo per crescere, ma la prima parte di stagione nonostante questo e il numero impressionante di infortunati eccellenti è stata buona. Purtroppo poi è seguito un periodo nero di 7 settimane senza vittorie. Come si sa per una squadra giovane l’entusiasmo è fondamentale e quando nel momento difficile questo è venuto a mancare le prestazioni sul ghiaccio ne hanno risentito pesantemente.. è stata fondamentale la recente sofferta vittoria contro i Bullies, era diventato uno scontro diretto per i playoff e per di più, oltre alle motivazioni che una squadra come quella porta automaticamente (…), dovevamo anche vendicare la batosta subita nel girone di andata.
L’ideale sarebbe qualificarsi nelle prime 3 x evitare il dentro-fuori del preliminare, la nostra speranza era essere in lotta per l’accesso diretto ai playoff e il fatto di non esser lontani nonostante tutto quello che ci è capitato è quasi sorprendente.


I Batteries vantano campioni del calibro di Vanek, Backstrom, l’esperto Selanne, poi Michalek, le linee d’attacco danno spettacolo, mentre in porta con Mac Donald, Lehtonen e il pur positivo Boucher forse manca qualcosa per puntare decisamente in alto.
Lei è d’accordo ?


Che per questa stagione ci siano squadre più attrezzate della nostra è inevitabile. Quello dei Batteries è un progetto a medio/lungo termine, se consideriamo che invece ci sono squadre come Boston che hanno venduto tutte le scelte del prossimo draft, oltre alla 1a° del 2008 e del 2010, è normale che per quest’anno ci sia chi sulla carta ha qualcosa in più e una squadra più completa.
Detto questo, la nostra squadra è comunque competitiva e in grado di giocarsi fino in fondo le proprie chances. Non bisogna dimenticare che mai nell’arco della stagione abbiamo potuto schierare sul ghiaccio la formazione al completo, nonostante l’infortunio a Vanek questo è forse il momento in cui ci siamo più vicini.. perciò siamo convinti che ci siano le potenzialità per fare meglio da qui alla fine.
Per quanto riguarda i portieri, sinora il loro rendimento ha senza dubbio rappresentato il nostro tallone d’achille, ma il problema non sta nella loro qualità, quanto nelle situazioni contingenti che hanno vissuto in questa stagione.. Halak viene sacrificato per far posto a uno dei 'most overhyped prospect' della storia del nostro sport, Lehto e Mac sono penalizzati dai risultati di squadra e dalla difesa, Boucher meriterebbe più spazio. Nell’arco della stagione abbiamo fatto qualche errore e abbiamo perso più di un’occasione per sistemare il reparto, ma la società ha appena fatto uno sforzo economico in vista dei playoff mettendo sotto contratto Elliott; aveva impressionato i nostri osservatori e ci sono i presupposti perché ci dia una mano importante.


Ora New York affronta gli Ice Blades che sono reduci da un successo di misura sui lanciati Miami Matadors, pensate di affrontare un avversario rilassato e con la testa alla post season ?

La vittoria degli Ice Blades su Miami non ci ha sorpreso. I Matadors stanno facendo una grande stagione, ma è normale che non possano sempre esprimersi al limite delle loro possibilità; Toronto vista dall’esterno dà l’impressione di una squadra in un momento di transizione che non ha ancora ben deciso cosa fare della propria stagione.
Per esempio ci ha sorpreso non vedere da parte dei Blades alcun interesse per Elliott.. comunque la trade deadline è alle porte e quindi probabilmente capiremo di più a breve.
In ogni caso è una squadra che ha giocatori importanti e che nella singola partita può mettere in difficoltà chiunque. Speriamo di non lasciarci sorprendere e anzi fare un ulteriore passo avanti rispetto alla prestazione con Philadelphia, le premesse ci sono.
 


ImmagineImmagine
GM Toronto Ice Blades - por esto soy del Atleti

Avatar utente
isles_fan
Rookie
Rookie
Messaggi: 349
Iscritto il: 10/04/2007, 12:19
Località: Modena (a volte Bratislava)
Contatta:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da isles_fan » 15/02/2009, 20:11

Western > Eastern, questo ritornello viene ripetuto da tempo dai media, dai tifosi e dagli stessi addetti ai lavori, in effetti la differenza tra i due raggruppamenti si vede.
Lei come commissioner ha in mente qualcosa, dal punto di vista organizzativo, per cambiare le cose ?


Parlando come GM dell’Est, mi piace sottolineare che per il momento la miglior squadra della lega è espressa dalla nostra conference. E prima che qualche benpensante del west si affanni a motivare questo dato di fatto con un calendario più semplice, faccio notare che il vantaggio che Boston ha sulla seconda in termini di fantasy points è ancora maggiore.
Quindi c’è la concreta possibilità che il primo trofeo della stagione, il Presidents’ trophy, sia conquistato dalla Eastern Conference, il che non farebbe altro che confermare la sensazione che si ha guardando la composizione della Western, cioè che sia una conference di losers, nonostante il buon livello delle squadre.


Dal punto di vista tecnico mi pare che il vantaggio manifestato dall’ovest si esaurisca a livello di portieri, dove senza dubbio in media si è avuto uno squilibrio tra le due conference. Parlando come pseudo-commisioner, già questo fatto minimizza il problema, ammesso che di problema si tratti.. le situazioni in porta infatti possono cambiare completamente da una stagione all’altra, è sufficiente la firma di un FA o il cambio di maglia di un goalie perché una squadra cambi fisionomia in una posizione dove un solo elemento può fare la differenza.
Va evidenziato questo aspetto importante: la competitività delle due conference può cambiare in modo significativo da una stagione all’altra, quindi pensare di ridefinirle sulla base di presunti rapporti di forza è un esercizio molto discutibile.
L’unica ipotesi concreta che vedo al momento è quella dell’eventuale relocation della franchigia di Pittsburgh. In Pennsylvania si sono manifestati imprevisti problemi economici e di gestione che non sono in linea con gli standard minimi previsti dalla lega. Durante la off-season dovremo sederci ad un tavolo con la proprietà e vedere se ci saranno fornite le garanzie necessarie o se dovremo trovare una nuova soluzione; di certo i potenziali acquirenti non mancano.
Ma attenzione, se mai i Penquins dovessero spostarsi e finire ad Ovest per via di un riallineamento geografico, non è affatto detto che ciò renderebbe più morbida la Western, guardando il roster di Pittsburgh si nota come ci siano le premesse per una stagione completamente diversa l’anno prossimo. 
Ultima cosa, se fosse passata la formula meritocratica per i playoff, cioè con gli abbinamenti decisi sulla base della sola classifica overall e non vincolati per conference, le squadre qualificate in un’ipotetica conference più competitiva almeno nei playoff non sarebbero state penalizzate, al contrario.
Tra l’altro la formula scelta ha ridotto il vantaggio del fattore campo, pensato anche in rapporto a un tabellone dei playoff  'open'  e dinamico. Vedremo se l'anno prossimo, in virtù del tabellone diviso per conference (e quindi bloccato), sarà il caso di favorire in qualche altro modo chi ha fatto meglio in regular season (quindi la squadra di casa).



Al di là della travagliata stagione di Pittsburgh, è soddisfatto dell’andamento della lega?

Mettere in piedi da zero una lega così ambiziosa è stato inevitabilmente un percorso lungo e faticoso, non ancora concluso. Ma il risultato mi sembra all’altezza di quello che speravamo. La prima stagione è per forza di cose un periodo di rodaggio in cui non può funzionare tutto al meglio, ma se penso a quante incognite c’erano prima di partire credo ci sia da essere veramente soddisfatti. La partecipazione e soprattutto la costanza nel proporre la formazione migliore sono state esemplari, la messa a punto del gioco sta risultando quasi completamente centrata al primo colpo, lo spettacolo sul ghiaccio non manca e la formula funziona.. le regole sono nuove e un po’ complicate, quindi hanno comportato un periodo di adattamento, ma ormai ce lo stiamo lasciando alle spalle.
Resta da perfezionare la gestione, è essenziale che ci sia il contributo concreto di molte persone perché tutto possa filare liscio a regime..  oltre all’impegno dei mods (Jovo inappuntabile nel suo ruolo, Kachlex imprescindibile col suo database, Hobbit impeccabile nella gestione delle comunicazioni interne e della trade-commission, Matt factotum con la sua esperienza e la sua paraculagg...ehm..credibilità), è stato fondamentale l’aiuto di Vicram per lo schedule, di isles_fan per la traduzione del regolamento e dell’implacabile questura di Monterey per i controlli. Spero di non dimenticare nessuno e soprattutto spero si aggiungano ancora più collaboratori in futuro così da poter ridurre i carichi di lavoro per persona, distribuendo i compiti in modo più preciso per la prossima stagione. Per esempio è auspicabile che il mio ruolo sul forum possa via via limitarsi alle problematiche relative al regolamento, come era inizialmente previsto.
Comunque se consideriamo che persino il russo pare essersi degnato di contribuire concretamente con la organizzazione degli Stanleit Awards, direi che c’è da essere ottimisti.


Nel corso dell’anno ci sono state numerose dichiarazioni sopra le righe da parte di qualche proprietario particolarmente focoso, specie nei suoi confronti. Lei come commissioner ha in mente qualcosa per preservare la rispettabilità della lega agli occhi dei mass media?

No. Se prova a pensare ai beceri personaggi in questione si renderà conto da solo che sarebbe una battaglia persa in partenza.


Un pronostico sulla sua griglia dei playoffs nella Eastern Conference?

Se intende con quale griglia la mia conference si schiererà ai playoff, al di là della prima posizione la situazione è ancora molto fluida ed è quindi difficile prevedere cosa ne verrà fuori.. bisogna stare attenti alla grande rimonta dei Black Hawks che ha ulteriormente mischiato le carte.
Se invece parliamo di chi uscirà vivo dalla Eastern, non vedo una vera favorita.. credo che almeno tre squadre se la possano giocare quasi alla pari e che l’attuale gap in classifica non rispecchi i reali valori in campo. La capolista è forte ma sopravvalutata, specie dal suo GM, e comunque i playoff sono un’altra storia.


Quali sono a suo parere le sorprese della stagione, in positivo e in negativo?

Ci sono due nomi che mi vengono in mente subito.
Come delusione, lo svizzero: il GM di San Jose ha competenza, ma la prima stagione ha dimostrato che di pastasciutta ne deve ancora mangiare parecchia; e poi hanno sorpreso quegli errori grossolani..roba che non ti aspetteresti da un elvetico, per quanto a suo modo un pò pir..ehm..particolare.
La sorpresa positiva per quanto mi riguarda può essere Versteeg: quando fu firmato per più di 3 milioni mi chiesi se mi fossi perso qualcosa.. beh, adesso direi che posso rispondermi di si.



A titolo personale cosa chiede a questo finale di stagione?

Prima di cominciare confidai ad amici che dal punto di vista sportivo chiedevo tre cose alla prima stagione: gettare le basi per un futuro dei Batteries luminoso, arrivare comunque ai playoff, non vedere finire la coppa né a Denver né a Los Angeles.
Resto fermo su quelle richieste.. se poi dovesse arrivare qualcos’altro, tanto di guadagnato!


ImmagineImmagine
GM Toronto Ice Blades - por esto soy del Atleti

Avatar utente
therussianrocket
Pro
Pro
Messaggi: 7102
Iscritto il: 08/09/2002, 2:15
NBA Team: Dallas Mavs
NHL Team: Florida Panthers
Località: vicenza high school rock

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da therussianrocket » 16/02/2009, 14:49

isles_fan ha scritto:
A proposito, prima di cominciare con le domande, vorrei fare una precisazione:
parlare di commissioner è improprio.. non c’è nella nostra lega un vero commissioner, ci sono più persone che collaborano e per quanto possibile si cerca di decidere democraticamente, visto che non è stato eletto nessuno col compito di comandare.
Un conto è aver ricevuto il consenso per redigere il regolamento, un altro prendere poi le decisioni durante la stagione.


patetico tentativo di dribblare un conflitto di interessi che realmente esiste :truzzo:


"What's so special about Crosby? I don't see anything special there. Yes, he does skate well, has a good head, good pass. But there's nothing else." (Alexander Semin)

"He could stop a bee in a fog" (Blues' broadcasters on Pekka Rinne)

Avatar utente
bure
Moderator
Moderator
Messaggi: 7519
Iscritto il: 25/10/2005, 15:08
NHL Team: Batteries :truzzo:

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da bure » 16/02/2009, 15:48

therussianrocket ha scritto: patetico tentativo di dribblare un conflitto di interessi che realmente esiste :truzzo:
"Comunque se consideriamo che persino il russo pare essersi degnato di contribuire concretamente con la organizzazione degli Stanleit Awards, direi che c’è da essere ottimisti."

datti una mossa, pagliaccio  :truzzo:


New York Batteries, the running (5-times) Stanleit Cup Champions

Avatar utente
therussianrocket
Pro
Pro
Messaggi: 7102
Iscritto il: 08/09/2002, 2:15
NBA Team: Dallas Mavs
NHL Team: Florida Panthers
Località: vicenza high school rock

Re: Toronto Ice Blades - Nothing comes close! (cit.)

Messaggio da therussianrocket » 16/02/2009, 17:18

è ancora troppo presto (cit.)


"What's so special about Crosby? I don't see anything special there. Yes, he does skate well, has a good head, good pass. But there's nothing else." (Alexander Semin)

"He could stop a bee in a fog" (Blues' broadcasters on Pekka Rinne)

Bloccato